NEL SALISBURGHESE

Sinfonia di mongolfiere nella patria di Mozart

di Germana Cabrelle


default onloading pic
(Foto di Germana Cabrelle)

3' di lettura

Musica e parorami, equilibrio e bellezza, suoni ed emozioni. Salisburgo e il Salisburghese patria di Mozart e per tradizione attraversati dalla musica, posso offrire una vacanza molto variegata. A cominciare dal paesaggio, che è un surround di montagne e un contrappunto di vallate, e dal naturale inserimento quasi ritmico di elementi culturali e note artistiche. Un esempio? L'impianto di risalita di Filzmoos, un'ovovia di ultima generazione che porta in quota e dalla cui sommità si ammira un panorama magnifico di vette innevate e pini svettanti, si chiama Papageno e riproduce esternamente, su ogni cabina numerata, il logo con le note del Flauto Magico di Mozart. Ma non è questa l'unica curiosità di questa meta che attrae molti turisti.

Perché proprio da questa cittadina del Salisburghese, una volta l'anno, per una settimana, si innalzano e fluttuano nell'aria le più belle mongolfiere del mondo.

(Foto di Germana Cabrelle)

Filzmoos da 40 anni base di raduno di mongolfiere
Filzmoos si trova a un'ora di strada da Salisburgo e in questo posto di prati estesi, case di legno e boschi fitti, da quarant'anni si tiene il Trofeo Internazionale Dopgas Balloon dove una trentina di squadre provenienti da dieci nazioni (Austria, Russia, Svezia, Ungheria, Gran Bretagna, Germania, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera) gareggiano dentro il cesto di una mongolfiera a colpi di gas elio, fiammate calde, ma soprattutto lasciandosi silenziosamente trasportare dal vento anche fino a 3800 metri sul livello del mare. Le mongolfiere vengono convocate qui perché per una particolare combinazione geografica, orografica e climatica, è il posto migliore per questo tipo di divertimento. Fino al 26 gennaio 2019. Per chi vuole soggiornarvi un indirizzo è il Meizeit Lodge con comode e luminose stanze e zona benessere dotata di saune. Gli appassionati di cucina invece possono provare a 6 km da Filzmoos – raggiungibile d'inverno anche in slitta trainata da cavalli - Oberhofalm, un locale romantico e caratteristico con stube in legno e tovaglie quadrettate, gestito da Harry e Monika. Qui si gustano, oltre alle tipiche specialità regionali, tra i migliori kaiserschmarrn del Salisburghese.

Per quanti invece amano stare in quota, sciare, praticare sci di fondo o passeggiare con le racchette da neve nei boschi, il rifugio Schörgi Alm è la base di partenza per diverse piacevoli escursioni.

Salisburgo: 55 eventi in onore di Mozart e una settimana di musica
Dal 24 gennaio al 3 febbraio 2019 la città di Salisburgo – Patrimonio Unesco d'arte, musica e cultura - festeggia la ricorrenza del 263° anniversario dalla nascita del grande compositore Wolfgang Amadeus Mozart e lo fa con un calendario di ben 55 eventi dislocati nei teatri cittadini dove si esibiranno i migliori direttori d'orchestra del panorama concertistico internazionale.

    (©CoenWeesjes - TVB Filzmoos)

    C'è molto da vedere in questa piccola seducente città di 152000 abitanti che tuttavia sprigiona l'atmosfera di una grande metropoli, che viene spesso definita il “palcoscenico del mondo”: a partire dalla casa natale di Mozart, oggi adibita a museo con ritratti, documenti della famiglia e strumenti. Il Duomo con la fontana della Residenza, la magnifica fortezza che domina imponente sopra i vicoli e sulle piazze, offrendo dall'alto un panorama spettacolare, completano l’offerta. La Salzburgcard consente di accedere gratuitamente a musei e luoghi di interesse, nonché di circolare con i trasporti pubblici.

    Mozart a Salisburgo è anche un dolce ricordo a forma di pallina di cioccolato e marzapane da portare a casa come souvenir. Ma attenzione, le autentiche, originali e artigianali sono quelle con la stagnola blu prodotte dalla pasticceria Fürst. C'è pure un innesto di venezianità a Salisburgo e ha attecchito al trecentesco e panoramico Stein hotel & living che affaccia sul fiume Salzach, internamente decorato con vetri di Murano Baroriev & Toso.

    Degna di visita, se non altro per immergersi appieno negli usi e costumi degli abitanti, è sicuramente la Birreria degli Agostiniani dove i residenti hanno, a turno settimanale, il tavolo fisso per gustare litri di birra con boccali personalizzati da litro e mezzo litro. Per una appetitosa ouverture con selezione di assaggi tipici – tra i best of Austria- si può cogliere l'attimo al Carpe Diem finest fingerfood, elegante gourmet restaurant con una stella Michelin. Per chiudere in bellezza e leggerezza con una sinfonia di sapori.

    Info su https://www.salzburg.info/it e
    https://www.salzburgerland.com/it/

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...