primo bollettino ivass

Assicurazioni, sinistri in aumento nel ramo malattia

Uno studio dell’Authority analizza il trend del settore salute che raccoglie premi per 5,8 miliardi di euro pari al 18% del comparto danni

di Federica Pezzatti


default onloading pic
(ANSA )

2' di lettura

A fine 2018, la raccolta premi nel comparto salute in Italia era di circa 5,8 miliardi di euro, pari al 18% del totale nei rami danni. I dati emergono dal primo bollettino statistico che l’Ivass, Authority del settore assicurativo, ha realizzato per monitorare i rami Infortuni e Malattia (ossia il cosiddetto “comparto salute”), separatamente dagli altri rami danni.
Questa prima analisi, alla quale seguiranno altri monitoraggi con cadenza annuale, osserva in particolare il trend del comparto tra il 2013 e il 2018.

Nel periodo analizzato, la raccolta “infortuni” è cresciuta del 4,7% (da 2.958 milioni a 3.096 milioni di euro) e quella “malattia” del 33,5% (da 2.070 milioni a 2.763 milioni di euro). Quest’ultima, pur cresciuta molto, ancora rappresenta meno del 7% della spesa sanitaria privata ed è per più del 50% riferibile a polizze collettive.

L’Authority ha messo sotto osservazione anche la redditività del comparto. Nel settore infortuni l’utile 2018 è risultato pari a 657 milioni di euro, pressoché stabile nel quinquennio in esame; mentre i sinistri denunciati che hanno avuto un seguito ammontano a 335mila, in calo del 25,7% rispetto al 2013.

La frequenza dei sinistri è risultata pari allo 0,66%, anch’essa in calo rispetto all’1,08% del 2013. Secondo la statistica Ivass in media le compagnie hanno pagato, nel 2018, 2.627 euro a sinistro, un valore che risulta comunque in aumento del 21,5% sul 2013

Utili in contrazione per il ramo malattia

Ben più ridotto è l’utile del ramo malattia, pari a 71 milioni, in forte flessione rispetto al 2017 (-45,6%) con un calo del 25% anche rispetto al 2013. Il numero di sinistri è di circa 7,4 milioni in deciso aumento (68,2%) sul 2013.

Anche rispetto al 2017 si registra una significativa crescita (+25,4%). Il pagamento medio per sinistro è stato quantificato in 223 euro, un dato che risulta tuttavia in flessione di un terzo rispetto al 2013. Il premio medio per unità di rischio è di 142 euro, mentre gli aderenti ai fondi sanitari pagano premi superiori (173 euro).

Più sinistri per i fondi sanitari
Tra gli assicurati dei fondi sanitari si riscontra una maggiore frequenza di denunce di sinistro (in media 0,7 per testa) contro una media generale di 0,4, con una frequenza sinistri quasi doppia (62,3% contro una media generale di 31,6%). Tuttavia il risarcimento medio dei sinistri dei fondi sanitari, pari a 176 euro, risulta inferiore del 21% circa rispetto alla media.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...