l’annuncio

Siria: accordo Usa-Turchia, tregua di 120 ore. Trump: «Grazie Erdogan»

Il vicepresidente Usa dopo l’incontro con Erdogan: la Turchia avrà una “safe zone” di 30 km. Trump su Twitter: «Milioni di vite saranno salvate». Turchia: tregua è una pausa dell’operazione


default onloading pic

2' di lettura

Turchia e Stati Uniti hanno raggiunto un accordo per un cessate il fuoco in Siria di 120 ore in cui gli Usa favoriranno l'evacuazione dei combattenti curdi dalla zona di sicurezza concordata con Ankara. Lo ha detto il vicepresidente americano Mike Pence dopo l'incontro con Erdogan. «Grandi novità dalla Turchia, grazie Erdogan, milioni di vite saranno salvate» ha scritto il presidente Usa Donald Trump in un tweet.

Secondo Pence, dopo il ritiro delle milizie curde dal confine turco-siriano, entro cinque giorni, partirà il ritiro delle forze armate turche. Pence ha aggiunto che dopo il cessate il fuoco saranno revocate le sanzioni Usa contro la Turchia, già annunciate. Nell'attesa della fine definitiva delle operazioni militari in Siria, non verranno inoltre imposte nuove sanzioni Usa alla Turchia, ha aggiunto Pence. La Turchia otterrà una zona di sicurezza concordata con gli Usa di circa 32 km (20 miglia) oltre il suo confine con la Siria.

il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha detto che l'accordo con gli Usa costituisce una “pausa” delle operazioni militari della Turchia in Siria, che si trasformerà in una fine definitiva dell'offensiva solo se i curdi si ritireranno interamente, come concordato.

Le forze curde sono pronte a rispettare il cessate il fuoco con la Turchia in Siria. Lo ha detto ad Al Arabiya Aldar Xelil, politico ed ex portavoce
dell’amministrazione curda.

Curdi: Usa ci hanno dato garanzie sul futuro
Le milizie curde del nord della Siria sono state parte dell’accordo raggiunto stasera da Usa e Turchia per una tregua e hanno ricevuto “garanzie” sul loro futuro da Washington. Lo ha detto ai media curdi il comandante delle Forze democratiche siriane (Fds), Mazlum Kobani,
confermando che intendono fare «tutto il necessario per far funzionare il cessate il fuoco». «È una vittoria della resistenza dei combattenti», ha aggiunto Kobani.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...