Agevolazioni

Sisma Centro Italia: 30 milioni per la sicurezza di imprese senza danni diretti

di Patrizia Maciocchi


default onloading pic

2' di lettura


Via libera alle agevolazioni per la messa in sicurezza delle imprese situate nei territori del centro Italia colpiti dal terremoto del 2016 e 2017.

Dal 15 luglio le imprese, non direttamente danneggiate dal sisma, possono presentare al Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione Farabollini le manifestazioni di interesse per i contributi del bando Inail, per mettere in sicurezza gli immobili e gli impianti a uso produttivo.

Le agevolazioni, previste dal Dl 189/2016, ammontano a 30 milioni di euro, da impiegare per assicurare la ripresa e lo sviluppo delle attività economiche che impiegano i lavoratori dei 138 comuni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

La dead line per presentare le domande è fissata al 30 Settembre 2019. Entro quella data, attraverso una piattaforma informatica predisposta da Invitalia, tutte le aziende che vogliono accedere ai fondi, comprese quelle che hanno già fatto lavori in linea con le finalità dettate dall’ordinanza n.82 del 10 luglio 2019, possono inviare al Commissario Straordinario la manifestazione di interesse a presentare richiesta per il contributo.

L’obiettivo della call è stimare il numero delle potenziali domande da parte di tutte le imprese che, pur non avendo subito danni a causa del sisma, intendano effettuare interventi di rafforzamento locale, miglioramento sismico o messa in sicurezza dei componenti non strutturali e degli impianti negli immobili sede dell’attività.
Sulla base del numero di manifestazioni di interesse che perverranno e dell’entità economica degli interventi proposti, il Commissario Straordinario emanerà un'apposita Ordinanza, che fisserà le percentuali di contribuzione sulla spesa ammissibile e gli importi massimi finanziabili.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...