aziende al tempo del covid

Sisma (Cotoneve) mette al centro la salute dei lavoratori tra smart working e mascherine

L’azienda sta concentrando gli sforzi soprattutto nei reparti relativi alla produzione di salviette igienizzanti e alla produzione di cotone medicale

di Marika Gervasio

default onloading pic

L’azienda sta concentrando gli sforzi soprattutto nei reparti relativi alla produzione di salviette igienizzanti e alla produzione di cotone medicale


3' di lettura

«In questo periodo molto difficile per tutti, Sisma ha continuato in parte con la sua produzione, concentrando gli sforzi soprattutto nei reparti relativi alla produzione di salviette igienizzanti e alla produzione di cotone medicale. In queste settimane di lockdown era attivo circa il 40% della forza lavoro a presidio delle attività produttive e commerciali ritenute di supporto al particolare periodo che stiamo vivendo». Chi parla è Graziella Gibertoni, marketing and business development manger del Gruppo Sisma, attivo nel settore del personal care, home care e food care, con marchi come Samurai (stuzzicadenti), Cotoneve (prodotti in cotone per la cura della persona), Farmacotone (specializzato in prodotti medicali in cotone) e Logex (la cui offerta include prodotti per la cura della casa).

«Preservare la salute dei lavoratori per noi è un punto basilare - continua la manager -. Abbiamo immediatamente adottato varie misure di tutela seguendo le indicazioni prescritte dal ministero della Salute (distanza di sicurezza tra le persone, uso di mascherine e guanti, larga disponibilità di soluzioni sanificanti). Ci siamo parallelamente mossi tempestivamente per assicurare il coinvolgimento di tutta l'organizzazione nell'importante proseguimento delle attività aziendali: smart working per tutto il personale impiegatizio, attivazione di piattaforme che supportassero la connessione e collaborazione delle persone da casa, nuove regole per accedere agli stabilimenti, impossibilità di socializzare e nuove regole per usufruire degli spazi comuni dell'azienda (come la mensa o la caffetteria)».

Quanto al business, il primo trimestre del 2020 ha registrato un buon livello di fatturato guidato fondamentalmente dall’ottimo andamento delle salviette igienizzanti e dei guanti monouso, spiega Gibertoni. «Nei prossimi mesi prevediamo un lento ritorno a “una nuova normalità”. Sicuramente i prodotti personal care, molto importanti per la nostra azienda come dischetti levatrucco e bastoncini cotonati di Cotoneve, nei prossimi mesi riprenderanno dal trend negativo registrato nel primo trimestre. Abbiamo infatti attuato una strategia di comunicazione mirata a dare valore al tempo di cui disponiamo nostro malgrado, anche prendendosi cura di sé e della propria bellezza a casa, da qui nasce infatti l'idea della Campagna La Vera Natura della Bellezza, abbiamo voluto diffondere un concetto di bellezza fai da te, facile ed efficace, da sperimentare ogni giorno grazie ai suggerimenti e gli accessori Cotoneve accessibili a tutti, che diventeranno una sana abitudine per il proprio benessere. Un'iniziativa che sta riscontrando un gran consenso da parte del pubblico, sia femminile che maschile».

E aggiunge: «Altrettanto prevediamo per il brand Samurai, stiamo dimostrando attraverso i social come sia divertente e facile allestire un grazioso buffet o un gustoso aperitivo anche in casa, abbiamo appena concluso la Campagna Effetto Samurai sui social con una proposta facile di ricette e impiattamenti che, nonostante il momento difficile, hanno divertito il pubblico, e allietato le tavole degli italiani portando un po' di colore e fantasia (come tante altre idee sempre consultabili sul sito samurai.eu). Naturalmente ci auguriamo un post pandemia con una rinnovata voglia di socialità e i nostri stuzzicadenti sterilizzati in Italia saranno compagni di tutti i brindisi e aperitivi per avere superato questa importante crisi».

Un lato positivo di questa crisi? «È sicuramente quello di mettere in primo piano la persona e la sicurezza dei propri collaboratori - dice Giberti -. Questo elemento è sempre stato presente ed è un punto strategico nell'azienda. La “rapidità della crisi” ha permesso però di accelerare molti processi interni che avrebbero richiesto anni per essere attuati. Per esempio lo smart working è stato attivato in pochi giorni e con questa modalità si è dato una continuità all'attività aziendale senza avere esagerati rallentamenti delle attività stesse. Penso questo possa essere un interessante punto di riflessione per quando torneremo tutti ad una nuova normalità calibrando con un corretto mix, smart working ed attività di relazione e condivisione aziendale, importante punto per creare gruppi coesi, motivati e stimolare la creatività delle singole persone.

L’azienda italiana è tra i protagonisti della solidarietà per questa emergenza. «Ci siamo mossi su vari fronti - spiega la manager -. Per prima cosa, il nuovo consiglio di amministrazione di Sisma ha ritenuto opportuno procedere a devolvere una parte degli emolumenti in beneficenza a supporto degli ospedali lombardi e, grazie a nuove risorse finanziarie appena messe a disposizione dai nuovi azionisti, accelerare sul piano degli investimenti di riconversione parziale degli impianti di Mantova e Bollate per la produzione di mascherine di protezione individuale in puro cotone idrofilo, impermeabilizzato.
In questo scenario è importante anche ringraziare chi ha creduto nella nostra azienda, i nostri lavoratori, i sindacati, le istituzioni, i clienti e i fornitori con i quali continuiamo a lavorare congiuntamente per
raggiungere ambiziosi piani di sviluppo futuro».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...