Test drive

Skoda Karoq, ecco com’è, come va e quanto costa la rinnovata serie

Il suv compatto da famiglia si rinnova sfruttando un restyling che migliora l'aerodinamica riducendo i consumi a assieme a motori più efficienti, ma non elettrificati, ed evolvendo la digitalizzazione

di Massimo Mambretti

3' di lettura

La Skoda Karoq si aggiorna con un restyling che si può definire tecnologico. Il nuovo look non è solo destinato ad attualizzare la linea ma, soprattutto, a incrementare l'efficienza. Il rinnovamento introduce anche tecnologie di ultima generazione, che riguardano la digitalizzazione e l'assistenza alla guida che, di serie o a richiesta, sono disponibili per tutte le versioni.

Skoda Karoq, così uguale ma così diversa

Il rinnovamento stilistico del suv compatto della Skoda, lungo 4,38 metri, è particolarmente evidente nella parte anteriore. Le novità riguardano il disegno della mascherina che si ispira a quello di tutte le più recenti Skoda, la fanaleria che a seconda delle versioni è a Led o Matrix Lex e lo scudo paraurti. Quest'ultimo integra soluzioni destinate a migliorare l'aerodinamica come prese e sfoghi che indirizzano i flussi d'aria in maniera ottimale attorno alla vettura che assieme ai cerchi aerodinamici, allo spoiler spuntato all'estremità del padiglione e alla completa carenatura delsottoscocca migliorano la profilatura del 9% rispetto a quella della precedente Karoq.

Loading...

La presentazione dell'abitacolo è sostanzialmente invariata, ma è attualizzata da inediti dettagli disseminati nell'arredamento e, soprattutto, dall'estensione della digitalizzazione. Infatti, tutte le Koroq adesso offrono di serie un display ben leggibile estesamente configurabile da 9,2” o 10,2” al posto della strumentazione analogica e, in funzione dell'allestimento, un nuovo display touch da 8” o 9,2” per l'infotainment. Quest'ultimo si basa sul sistema operativo Mib 3.0 già adottato da altre Skoda, è sempre connesso, è utilizzabile intuitivamente grazie alla chiara interfaccia grafica e offre l'interazione wireless per i device, numerosi servizi online e l'assistente virtuale. In sostanza, il nuovo sistema operativo agevola l'interazione uomo-suv.

La funzionalità offerta dall'interno della Karoq è può essere incrementata dalla selleria posteriore scorrevole e rimovibile VarioFlex, di serie su alcune versioni, che dà modo di modulare la capacità base del bagagliaio che va da 521 a 1.631 litri, mentre chi volesse accentuare la sua personalità green può scegliere ila tappezzeria Eco esente da rivestimenti di origine animale.

Skoda Karoq, le foto della prova del rinnovato suv

Skoda Karoq, le foto della prova del rinnovato suv

Photogallery14 foto

Visualizza

Skoda Karoq, upgrading tecnologico ma senza motori ibridi

Per ridurre i consumi di tutta la famiglia della Karoq, la Skoda ha abbinato al miglioramento dell'aerodinamica un'offerta di motori basata solo sulla più recente generazione della serie Evo del gruppo Volkswagen. Queste unità sfruttano tecnologie specifiche in funzione dell'alimentazione, della cilindrata e della potenza per contenere consumi ed emissioni. La famiglia della Karoq adesso affianca ai motori a benzina di 1 litro a 3 cilindri con 110 cavalli e di 1,5 litri con 150 cavalli, con disattivazione automatica di due dei suoi quattro cilindri in alcune situazioni, un 2 litri da 190 cavalli. Il capitolo turbodiesel utilizza la tecnologia che abbina due catalizzatori alla doppia iniezione di AdBlue e propone solo motori di 2 litri con 115 e 150 cavalli. Sotto la carrozzeria la Karoq nasconde di serie più sistemi di ausilio alla guida e di sicurezza rispetto al passato e optando per il pacchetto Travel Assist, che include il cruise adattivo con stop & go e il sistema di centraggio di corsia, offre la guida semi-autonoma di livello 2.

Skoda Karoq, come va su strada la 1.5 Tsi

Il motore che spinge la Karoq 1.5 Tsi a trazione anteriore è il capostipite della serie Evo e da tempo equipaggia anche molti altri modelli del gruppo tedesco. Tuttavia, nel corso del tempo è stato costantemente evoluto ed è completamente scomparsa la percezione della disattivazione dei cilindri in alcune situazioni di marcia, ora individuabili solo dando uno sguardo alla strumentazione. L'affinamento ha portato in dote un'erogazione lineare e pronta, all'occorrenza capace di generare un temperamento brillante. A prescindere dal fatto che si abbia a che fare con il cambio manuale a sei marce o con quello a doppia frizione a sette rapporti, il duttile carattere della 1.5 Tsi supporta la gradevolezza della guida e si sposa bene con l'affidabile dinamismo della Karoq sul quale possono riversarsi le tarature dell'assetto adattivo, a richiesta, e delle modalità di configurazione vettura. Al termine del test, svolto essenzialmente su strade extraurbane collinari, navigando fra le varie configurazioni abbiamo registrato una percorrenza media di 12,8 chilometri con un litro. Quella dichiarata dalla casa è di 16,4 chilometri con un litro. Il capitolo confort è offre buone sensazioni, tanto più che adesso la rivisitazione dell'aerodinamica lascia fuori dall'abitacolo sibili e frusci alle velocità autostradali.

Skoda Karoq, allestimenti e prezzi

La gamma della rinnovata Karoq è molto articolata poiché è composta da ventotto varianti generate dall'intreccio fra le cinque motorizzazioni e gli allestimenti Ambition, Executive, Style e Sportline, nonché dalla possibilità di optare con i motori 1.5 e 2.0 Tsi e turbodiesel per il cambio a doppia frizione a sette marce e con le unità più potenti anche per la trazione integrale. I prezzi vanno da 27.200 a 40.600 euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti