PRIMO CONTATTo

Škoda Superb Scout, ecco come va la versione che si crede un suv

L’ammiraglia della casa boema si rinnova e arriva anche la versione che ammicca al mondo dei crossover

di Corrado Canali


default onloading pic

2' di lettura

A distanza di quattro anni dal lancio della terza generazione, l'ammiraglia Škoda Superb è oggetto di un aggiornamento che riguarda elementi estetici caratterizzanti del frontale e del posteriore.

In questa occasione il brand boema ha affiancato alla berlina e alla station wagon, una versione stile «all road» / «crosscountry» , la Scout. L'abbiamo guidata in anteprima e le primi impressioni sono che la vettura offerto con il solo motore diesel più potente da 190 cv e con la trazione 4x4 di serie può competere ad armi pari anche con i suv, grazie ad un'impostazione di guida tipica di una berlina.

Skoda Superb, le foto della quarta generazione

Skoda Superb, le foto della quarta generazione

Photogallery13 foto

Visualizza

Confortevole ma anche grintosa la Scout potrebbe essere la svolta per il marchio che punta da sempre a soddisfare nuovi clienti attirati da allestimenti più ricercati all'interno, da connettività ai massimi livelli, ma soprattutto da una guidabilità da vettura premium. Insomma la Škoda che non c'era e che potrebbe fare la differenza.

Tornando alle versioni più tradizionali della Superb, la berlina e la Wagon, il modello Škoda rimane ai vertici del settore in termini di abitabilità e spazio di carico e oggi si pone come riferimento anche per la dotazione di serie di sistemi d'assistenza attiva alla guida.

Importante novità per l'offerta commerciale in Italia, la gamma Superb non è più proposta nelle versioni entry level Active e Ambition, per garantire un'esperienza di vita a bordo ancora migliore, fin dalla nuova versione di accesso Executive. Nel corso dell'autunno, poi, la Superb sarà offerta anche nella variante iV, con powertrain ibrido plug-in.

Le motorizzazioni
Già in prevendita anche se nella concessionarie la nuova Superb non è prevista prima dell'autunno è disponibile nella variante berlina e station wagon coi motori a benzina di 1.500 cc da 150 cv e 2.000 cc da 272 cv con trazione 4x4. A cui si aggiungono i turbodiesel di 1.600 cc da 120 cv e il 2.000 cc da 150 o da 190 cv, quest'ultimo anche con la trazione 4x4.

Entro fine anno è prevista l'introduzione della iV ibrida con motore a benzina si 1.400 cc da 115 cv abbinato ad un elettrico da 85 kW. Per quanto riguarda la versione la Scout al momento del lancio in concomitanza con la berlina verrà offerta esclusivamente col 2.000 cc turbodiesel da 190 cv e trazione 4x4.

I prezzi

E veniamo ai prezzi: quattro gli allestimenti previsti con prezzi per la berlina a benzina a partire da oltre 34mila euro e poco più di 50mila euro. Per la berlina ma turbodiesel si parte da una base di quasi 40mila euro per arrivare fino a sfiorare i 49mila euro. E veniamo alla Wagon che nelle varianti a benzina è disponibile a prezzi che spaziano tra 35.200 euro fino a 51.350 euro. Mentre coi turbodiesel si parte da circa 37mila euro e si arriva a 50mila euro. Infine il prezzo della Scout come detto offerta con un solo motore, il turbodiesel più potente è in vendita a poco più di 46.200 euro.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...