ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùmedia & sport

Sky, il Tar annulla le misure Antitrust: cade divieto di esclusiva sul web

Il Tar annulla le misure Antitrust imposte a Sky in relazione all’operazione R2-Mediaset

di Andrea Biondi

default onloading pic

Il Tar annulla le misure Antitrust imposte a Sky in relazione all’operazione R2-Mediaset


2' di lettura

Il Tar annulla le misure Antitrust imposte a Sky in relazione all’operazione R2-Mediaset. In base alle disposizioni dell’Antitrust Sky non avrebbe potuto avere l’esclusiva sul canale Iptv. La misura deriva dall’operazione di acquisto da parte di Sky della piattaforma su cui girava Mediaset Premium.

L’operazione è poi rientrata ma l’Antitrust aveva comunque imposto a Sky «per ripristinare la concorrenza sul mercato della pay-tv» il divieto di acquisizioni in esclusiva sulla piattaforma internet. Ora il Tar ha ribaltato la decisione.

«Siamo soddisfatti - commentano da Sky - e ora attendiamo di leggere la sentenza».

Un po’ di storia per capire la questione. Sky e Mediaset a fine marzo 2018 avevano raggiunto un accordo che, fra le varie cose, contemplava il passaggio della piattaforma R2 (quella su cui girava Mediaset Premium) alla media company che successivamente è passata sotto il controllo di Comcast.

In base a quell’accordo i canali Mediaset sono tornati a essere visibili sulla piattaforma Sky e la società con l’infrastruttura doveva passare a Sky che nel frattempo era riuscita - sempre in base all’accordo - a fornire ai propri clienti una offerta anche sul digitale terrestre (modalità utilizzata da Premium).

L’accordo, sottoposto al vaglio dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, ad aprile 2019 è stato rivisto, non prevedendo più la vendita della piattaforma R2. L’Antitrust comunque, considerando che l’operazione avrebbe «generato effetti anticoncorrenziali» ha deciso di imporre a Sky il divieto «di stipulare esclusive per i contenuti audiovisivi e i canali lineari per le piattaforme internet in Italia».

Ora la decisione del Tar, che ha ribaltato la situazione a favore di Sky assistita dallo studio Cleary Gottlieb con un team guidato dagli avvocati Beretta e D’Ostuni.

Un risultato, questo, che rappresenta un importante punto segnato in vista dell’asta dei diritti per la serie A 2021-24. Oggi infatti Sky e Dazn (che come Timvision, Netflix, Amazon utilizza quella piattaforma Internet oggetto del provvedimento Antitrust) si spartiscono i match di Serie A: 7 a Sky e 3 a Dazn ogni settimana in esclusiva. Con il divieto stabilito da Antitrust questo schema non sarebbe stato più possibile.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti