ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùReal Estate

Smart building, F. G. Invest cresce con Rehalta

di C.A.F.

2' di lettura

A gennaio 2022 F. G. Invest, holding che fa capo all’imprenditore lombardo Alessandro Gatti ha potenziato la propria presenza nel mondo immobiliare con l’acquisizione del 50% di Rehalta, salendo poi ulteriormente al 60% . Rehalta è una realtà attiva nel real estate e in particolare nell’ambito degli smart building. Il controvalore dei cantieri in corso e in fase di lancio di Rehalta oggi è superiore ai 50 milioni di euro, con oltre 140 appartamenti. Dopo circa un anno dalla sua costituzione, Rehalta può contare su un fatturato di cantieri già finanziati per 35 milioni.

«Lo sviluppo immobiliare, anche rivolto al segmento turistico, è una delle attività cui F.G. Invest guarda con maggiore attenzione» spiega Gatti motivando l’operazione in un comparto dove «le operazioni sul territorio nazionale sono sempre più complesse e frequenti e richiedono quindi uno staff permanente di alto profilo e una struttura societaria dedicata. È iniziata con queste premesse la collaborazione con Luca Di Paola, fondatore di Rehalta». Il gruppo si muove soprattutto nell’ambito degli smart building, della sostenibilità ambientale, e delle opportunità immobiliari dedicate a investitori di alto profilo.

Loading...

Già prima dell’operazione con Rehalta F.G Invest vantava una presenza consolidata nel mondo del real estate con una quota del 16% in Gabetti Property Solutions – dal 2020 Gatti è vicepresidente ed è il secondo socio dopo la famiglia Marcegaglia –, e con la filiale di Miami, F.G. Invest Usa, che si occupa di residenziale e investimenti immobiliari. Al gruppo guidato da Gatti fanno inoltre capo il brand Fapir, azienda di famiglia fondata nel 1962 dal padre Luigi e specializzata in finiture di alta gamma, e maisonFire, realtà creata nel 2009 e dedicata ai camini green, che impiegano combustibili alternativi. Si tratta di una realtà che esporta in oltre 10 nazioni, con ricavi di 8,5 milioni di euro (+49% rispetto al 2020 segnato dal Covid).

«I nostri obiettivi futuri – dice Alessandro Gatti –, oltre a rafforzare la presenza nelle case degli italiani, le collaborazioni con gli studi di architettura e gli hotel, riguardano la volontà di accrescere la nostra presenza all’estero, dove il design made in Italy e sostenibile è molto ricercato».

Il gruppo ha però da tempo diversificato investimenti e attività. Da Wikicasa, realtà focalizzata sull’impiego dei big data nel campo delle transazioni immobiliari (dal 2018 il fatturato è cresciuto del 141%, ora a 2 milioni di euro) a Buzzoole, provider di soluzioni legate al mondo dell’influencer marketing con ricavi di circa 5,5 milioni.

Gli investimenti più recenti hanno riguardato i settori workation ed eSport, con le realtà Smace e 2Watch. La prima, in particolare, punta a «sfruttare gli affitti brevi in Italia nei giorni infrasettimanali e nei periodi non di punta per il turismo, creando programmi rivolti alle aziende che, grazie alla startup, possono acquistare soggiorni scontati, per dare la possibilità ai dipendenti di lavorare da remoto in posti turistici» dice Gatti.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti