COMPRAVENDITE ALTERNATIVE

Smarthome vende casa a 99 euro al mese

Attiva dal 15 luglio la start-up toscana, nata da un’agenzia tradizionale con sede a Lucca, che punta a offrire servizi di livello a zero provvigioni per chi mette in vendita o in affitto

di Laura Cavestri

Cambia il mercato immobiliare, spuntano nuove esigenze

Attiva dal 15 luglio la start-up toscana, nata da un’agenzia tradizionale con sede a Lucca, che punta a offrire servizi di livello a zero provvigioni per chi mette in vendita o in affitto


2' di lettura

Vendere casa senza versare provvigioni. Ma un semplice abbonamento da 99 euro al mese per 10 mesi, a prescindere dal valore dell’immobile o dall’esito della transazione.
Dal 15 luglio sarà attiva Smarthome, una startup immobiliare del gruppo Casamica, da 25 anni attivo con alcune agenzie immobiliari tradizionali a Lucca e specializzato negli immobili di fascia alta. Un progetto che parte “locale”, ma anche attraverso un network di collaboratori sul posto punta a raggiungere un respiro nazionale.

Di che si tratta
Il nuovo brand punta ad attirare immobili di fascia medio-bassa e il cui prezzo di partenza sia inferiore a 149mila euro di valore. «L’offerta si rivolge ai venditori – spiega Natale Mancini,General Manager di Casamica – cui proponiamo un “abbonamento” di 10 mesi a 99 euro per offrirci l’esclusiva sulla vendita. Oppure, in assenza di esclusiva, un una tantum di 1499 euro alla conclusione dell’affare. In pratica, per un immobile da
149mila euro, il venditore pagherà un totale di 990 euro anziché 2.980 + Iva. Il nostro servizio sarà di alto livello e comprenderà: check urbanistico e catastale e certificazione dell’immobile a mezzo di un nostro tecnico di fiducia e bollino blu “immobile pronto da vendere”, consulenza di home staging e servizio fotografico professionale. Inoltre, un agente immobiliare dedicato che seguirà l’iter sino alla vendita; consulenza finanziaria gratuita per il cliente interessato all’immobile da subito; permanenza in alta visibilità sul portale immobiliare.it e su casamica.com e uno spazio “Smarthome” sul sito casamica.com e su canali social dedicati».

Il nostro modello, ha aggiunto Mancini, «punta a un mix tra un servizio di brokerage online e agenti e punti vendita sul territorio. L’idea non è quella di cercare nuovi agenti ma di recuperare agenzie immobiliari già attive, magari in difficoltà per la pandemia o che non hanno riaperto e hanno professionalità collaudate. Vorremmo poter offrire loro il brand Smarthome – ma non sarà un franchising – e costituire un network sul territorio».

A chi conviene?
Certamente conviene al venditore, che risparmia la sua quota di provvigioni e si assicura un servizio di valorizzazione dell’immobile sul mercato. Non cambia nulla, invece, per l’acquirente, che dovrà versare all’agenzia la sua parte di provvigione per il buon esito della transazione. Bisognerà poi capire cosa può accadere a una casa se non viene venduta entro i 10 mesi pattuiti (anche se Mancini sostiene che i tempi di vedita sono di gran lunga inferiori). «Dopo la pandemia – ha aggiunto Mancini – ci siamo resi conto che vi è una percentuale interessante di case, dal basso valore o di piccole metrature, che i proprietari sono interessati a vendere in fretta, magari per bisogno di liquidità. Lucca è anche una zona di seconde case, turismo di passaggio o dei weekend e c’è anche chi è interessato ad acquistare o per godere del luogo o, a sua volta, per mettere a reddito il bene con gli affitti brevi».


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti