ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùArredamento

Snaidero cede tre marchi «tedeschi» e si concentra sullo sviluppo dei brand storici

Il gruppo friulano di cucine ha ceduto alla tedesca Bravat i marchi Rational, Regina e Mahlzeit by Rational, che per i prossimi tre anni saranno comunque prodotti a Majano

2' di lettura

Snaidero cede tre marchi tedeschi e si concentra sullo sviluppo dei brand storici. Il gruppo di cucine con sede a Majano (Udine) ha infatti annunciato la cessione delle attività, delle operazioni e dei marchi Rational, Regina e Mahlzeit by Rational al gruppo internazionale Bravat, che ha sede a Linden, in Germania, tramite una operazione di asset deal.

L’accordo prevede che, per i prossimi tre anni, la produzione delle cucine Rational per il mercato tedesco resterà comunque nello stabilimento di Majano.

Loading...

I dettagli dell’operazione

Rational cucine, nata nel 1963 come filiale tedesca del gruppo friulano, produce e commercializza cucine su misura a livello internazionale, impiegando una cinquantina di addetti con un volume d’affari di circa 18 milioni di euro annui.

L’acquirente, Bravat, è invece un marchio globale nato nel 1873 e conosciuto in tutto il territorio tedesco per il design e la qualità dei prodotti nei settori delle attrezzature per il bagno e accessori. La produzione di Bravat è andata ampliandosi negli anni, fino a comprendere anche la realizzazione di sistemi per la tecnologia di costruzione di bagni e cucine.

La scelta, spiegano dall’azienda, è stata motivata da una ristrutturazione della presenza del gruppo sul mercato tedesco: la strategia attuale, attraverso la controllata Rational, è ritenuta non più efficace, a causa delle sovrapposizioni nella distribuzione sia retail, sia contract a livello europeo e globale con il brand Snaidero.

Lo sviluppo dei marchi storici

La vendita rappresenta, inoltre, un segnale di discontinuità rispetto alla gestione passata e consente di sostenere la crescita delle altre aziende e marchi storici del gruppo friulano, come Arthur Bonnet e Comera in Francia ed Eurocucina nel Regno Unito, oltre ovviamente al brand Snaidero.

Gli obiettivi

L’obiettivo del gruppo è incrementare la distribuzione, posizionandosi sempre più su una fascia medio-alta di mercato, sia nel canale retail. sia in quello contract. «Le cucine Snaidero sono simbolo dell’industria italiana nel mondo, un’eccellenza del made in Italy che affonda le sue radici nell’artigianalità e nella passione italiana per il design e la qualità – dice Massimo Manelli, amministratore delegato di Snaidero –. L’operazione che abbiamo concluso con il gruppo Bravat consentirà di concentrarci sullo sviluppo del brand Snaidero a livello globale e dei marchi Arthur Bonnet e Comera sul mercato francese, per offrire un prodotto cucina sempre più in grado di interpretarne i bisogni e le esigenze dei nostri clienti, incrementando al tempo stesso il nostro livello di servizio al mercato. Possiamo affermare che questa operazione segni uno spartiacque definitivo rispetto al passato e proietti il gruppo verso il futuro con forza».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti