tech e finanza

Snapchat vale già tre volte Twitter. E adesso potrebbe comprarla

di Biagio Simonetta

default onloading pic
(Afp)


3' di lettura

Per ora è soltanto una voce. Ma il rumore che fa è di quelli forti. Fra i corridoi di Wall Street si mormora che Snapchat, dopo l'approdo in borsa, potrebbe presentare un'offerta d'acquisto per portarsi a casa Twitter. Una mossa che solo fino a qualche mese fa era impensabile, e che adesso potrebbe ridisegnare gli equilibri del macrocosmo social in modo netto.

Il sito TechCrunch, che riporta l'indiscrezione, chiarisce che le due società hanno preferito non commentare i rumors. E che un'offerta vera e propria non è ancora stata formalizzata. Ma l'ipotesi sarebbe tutt'altro che remota.

È importante ricordare che per tutto il 2016, Twitter ha camminato con un cartello vendesi attaccato sulla schiena. Da quando il fondatore Jack Dorsey è tornato a ricoprire la carica di CEO, le operazioni per trovare un acquirente per il social network con sede a Market Street, a San Francisco, sono state frenetiche. E nell'elenco dei potenziali compratori sono finiti nomi importanti: da Apple a Google, fino a Microsoft, Walt Disney e Salesforce. Ma quella che sembrava un'asta all'ultimo centesimo, è finita per essere un fuggi fuggi. I potenziali acquirenti si sono defilati uno dopo l'altro, lasciando nelle mani di Dorsey un social network in grande difficoltà e con finanziatori sempre più nervosi. Tanto che in molti si chiedono, adesso, quanto valga veramente Twitter.

Quanto vale Twitter
Sul finire dell'estate dello scorso anno, considerato il gran vociare sugli acquirenti, il valore di Twitter oscillava fra i 16 e i 18 miliardi di dollari. Ma il prezzo di vendita era addirittura stimato sui 30 miliardi. Le cose sono cambiate notevolmente da quando il social di Dorsey è rimasto senza corteggiatori. Oggi Twitter ha un valore di mercato pari a 11,5 miliardi di dollari. E nonostante l'appeal che continua ad avere, è difficile pensare a un'offerta d'acquisto di tanto superiore al suo valore di mercato.

Snapchat vale 3 volte Twitter

Snapchat, che ha esordito in borsa appena qualche giorno fa, oggi vale tre volte Twitter. La “camera company” (come amano definirla i fondatori) con sede a Los Angeles, ha il vento in poppa. E la spinta dei finanziatori e delle banche d'affari potrebbe fare la differenza. Per Snapchat, Twitter sarebbe un acquisto incredibile dal punto di vista del posizionamento. Aggiungerebbe orizzontalità al suo business, ed entrerebbe con prepotenza nel mondo delle dirette sportive. Queste operazioni, in ambito social, funzionano. La storia Facebook-Instagram ne è la conferma. E non c'è dubbio che proprio Facebook Inc. sia il primo a temere che l'operazione Snapchat-Twitter possa concludersi positivamente. Snapchat diventerebbe di diritto il vero rivale dell'impero di Zuckerberg.
Da preda a predatore

Va ricordato che Mark Zuckerberg è un grande estimatore di Snapchat, tanto che nel 2013 provò ad acquistare la App per 3 miliardi di dollari. Il rifiuto di Evan Spiegel, fondatore e CEO di Snap Inc. è una ferita ancora aperta. La recente introduzione di Facebook Stories (e prima ancora di Instagram Stories), funzionalità più o meno clonate proprio da Snapchat, sono la prova che a Menlo Park temono tantissimo la crescita del social con sede a Los Angeles. La parte più gustosa di questa storia è il cambio di natura proprio di Snapchat, che da probabile preda rischia di trasformarsi in un grande predatore.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti