ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa strategia

Sodexo Italia, nei piani i servizi alle aziende come volano di sviluppo

Il fatturato passerà così dai 417 milioni del 2022 ai 500 milioni del 2025

di Enrico Netti

(IMAGOECONOMICA)

3' di lettura

S ono i servizi per le aziende il volano dello sviluppo di Sodexo Italia, filiale della multinazionale francese della ristorazione collettiva. Nel nuovo corso si punta sui servizi di gestione e cura degli ambienti aziendali, servizi di facility management e servizi alberghieri con due società dedicate. «Il fatturato passerà così dai 417 milioni del 2022 ai 430 di budget per quest’anno e i 500 milioni del 2025/2026 - dice Stefano Biaggi, ad di Sodexo Italia - con un mix che passerà dall’attuale 70% di ricavi legato alla ristorazione e il 30% dai servizi, pari a circa 120 milioni di euro, per arrivare nel lungo periodo a un 50% generato dai servizi». Attualmente in Italia la società dispone di un organico di 10.400 addetti, tutti diretti.

La nuova offertà sarà presentata oggi e prevede due pilastri. Il primo è Vital Spaces ed è la nuova proposta del gruppo che offrirà, specialmente al mercato privato, servizi a valore aggiunto. «Vital Spaces interverrà nell’area dell’ambiente di lavoro e su come migliorare la qualità della vita dello staff offrendo le migliori soluzioni oltre alla ristorazione - spiega Enrico Bartoli, Direttore segmento aziende Sodexo Italia -. Si lavorerà nell’area dell’ergonomia, dell’illuminotecnica, dell’ambiente per mettere nelle migliori condizioni operative il personale dell’azienda cliente e una volta implementata la proposta si continuerà a lavorare nel tempo per la gestione dei servizi». L’offerta di Vital Spaces è stata rodata in Francia, Regno Unito e nei mercati del Nord Europa e ora approda in Italia dove «puntiamo sulle aziende del manifatturiero e del terziario» sottolinea Bartoli.

Loading...

Si accelera inoltre su Entegra, società che opera come un partner di approvvigionamento strategico come una centrale acquisti per hotel e ristoranti che si appoggia alla forza contrattuale e ai volumi di Sodexo. Inoltre è in grado di fornire servizi di consulenza nell’organizzazione dei servizi, nella presentazione dell’offerta nella ristorazione per gli hotel e la formazione del personale. Entegra in Italia è operativa da quattro anni e secondo i piani è prevista una crescita di oltre il 50% su base annua per il prossimo triennio. Il portafoglio clienti è passato dai 30 del 2020 ai 190 del 2022 e dovrebbe arrivare a mille nel 2025. Il transato di Entegra è passato dai 3 milioni del primo anno ai 26 dello scorso anno che diventeranno 40 nel 2023 e superare i 100 milioni nel 2025. Con il nuovo corso è previsto un aumento dell’occupazione legata all’evoluzione dei ruoli e delle competenze. Si prospettano opportunità per cuochi, site manager per i processi di facility management oltre alle posizioni di front line e accoglienza. Aumenteranno anche gli ingegneri e gli esperti di energy management. Nel nuovo corso di Sodexo la ristorazione mantiene una posizione chiave ma prima il Covid e poi l’inflazione hanno messo sotto pressione la marginalità. Per questo Biaggi chiede al Parlamento «di rendere obbligatoria la revisione prezzi, due volte l’anno, e che sia basata su indici Istat elaborati sul nostro settore, indipendentemente dalla percentuale di variazione del costo. Tale adeguamento non dovrà in alcun modo ricadere sul consumatore finale e sulle famiglie». Una sorta di indicizzazione del servizio alle fluttuazioni degli approvvigionamenti «che nell’ultimo anno ha visto aumenti medi per le derrate tra il 18 e il 22%» conclude l’ad.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti