nel mirino un terzo del capitale

Softbank pronta a investire 11 miliardi nelle assicurazioni SwissRe

di Marco Valsania

default onloading pic
(REUTERS)


2' di lettura

Crescono a colpi di miliardi di dollari le ambizioni internazionali della giapponese SoftBank e del suo chief executive Masayoshi Son. Forse fino a immaginare di dar vita ad una nuova Berkshire Hathaway, sfidando la fama dell'Oracolo di Omaha Warren Buffett. Il gruppo nipponico, nel suo ultimo colpo, è in trattative per investire almeno 11 miliardi di dollari nel colosso assicurativo svizzero SwissRe, un'operazione con la quale si aggiudicherebbe una quota di un terzo del capitale. Il negoziato è stato confermato ufficialmente da SwissRe, anche se è stato definito «preliminare» e per una partecipazione «di minoranza». Certo è che Son sta intensificando le sue scommesse su entrambi i lati dell'Atlantico per trasformare quello che era il leader della telefonia mobile di Tokio in tutto e per tutto in un nuovo impero globale della tecnologia e non solo.

Investimenti per 40 miliardi
Tra le sue puntate in crescendo negli ultimi anni si contano, accanto al controllo

dell'americana Sprint nel wireless, transazioni nel commercio elettronico come nelle auto self-driving e nella realtà virtuale. Il suo fondo per investimenti da cento miliardi di dollari - il Vision Fund del 2017 - si è di recente gettato sul gruppo di alternative ai taxi Uber come nella società di servizi web satellitari OneWeb e nel leader del co-working WeWork. Soltanto nei giorni scorsi Son ha rivelato che Vision, affiancato dal Delta Fund con altri 6 miliardi, ha ormai messo al lavoro il 40% delle sue risorse in cash a tempo di record. Ben 27,5 miliardi a fine anno scorso. Ai quali vanno sommati i 7,7 miliardi iniettati in Uber a inizio 2018 e i 4,6 miliardi in Didi, leader cinese del ride-sharing. Totale: 40 miliardi.

Le riassicurazioni come “serbatoio” di cash
Adesso tra gli investimenti - sia che i soldi vengano da Vision o da altre

cassaforti del gruppo - si dovrebbero aggiungere i servizi di riassicurazione. Un business che potrebbe essere utilizzato come “serbatoio” di contanti, un po' come ha fatto proprio Buffett nel creare il suo poliedrico gigante. SwissRe ha asset pari a 224 miliardi di dollari. La scommessa su SwissRe può pero' anche inserirsi nella strategia tech di SoftBank: l'idea sarebbe di vendere polizze direttamente a clienti - non solo aziende come e' oggi il caso dei contratti di riassicurazione di SwisseRe ma in futuro anche ai consumatori. La chiave per questo sviluppo sarebbero strumenti e servizi tecnologici per gestire le polizze al posto dei broker. Per allargare il raggio d'azione corporate farebbe leva in particolare sul grande novero di società nelle quali Son possiede quote. Per raggiungere eserciti di consumatori sfrutterebbe peculiari sperequazioni e debolezze di queste stesse imprese, spesso simboli della new economy: i dipendenti di gruppi quali Uber e We-Work sono tanti, sottopagati e senza benefit, vasto mercato potenzialmente ideale per le nuove polizze.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti