EDITORIA

Sole 24 Ore, migliorano i margini e ricavi a +1,8% con digitale e Tax&Legal

I risultati del primo trimestre 2021 de Il Sole 24 Ore chiudono in miglioramento rispetto al 2020 grazie al miglior andamento dei ricavi combinato alle azioni di contenimento dei costi, pur risentendo - si legge in una nota del gruppo - ancora degli impatti della pandemia

di Redazione Finanza

Nuova sede de Il Sole 24 Ore (BAMSphoto)

2' di lettura

I risultati del primo trimestre 2021 de Il Sole 24 Ore chiudono in miglioramento rispetto al 2020 grazie al miglior andamento dei ricavi combinato alle azioni di contenimento dei costi, pur risentendo - si legge in una nota del gruppo - ancora degli impatti della pandemia.

Il gruppo ha conseguito ricavi consolidati pari a 44,1 milioni che si confrontano con un valore pari a 43,3 milioni del primo trimestre 2020, in crescita di 0,8 milioni (+1,8%). In particolare, i ricavi editoriali sono in crescita di 0,7 milioni (+2,8% da 24,4 a 25,1 milioni) principalmente per lo sviluppo dei ricavi derivanti da abbonamenti digitali al quotidiano, al sito www.ilsole24ore.com, ai prodotti dell’area Tax & Legal, da collaterali e libri, che compensano la contrazione dei ricavi generati da abbonamenti al quotidiano cartaceo e da vendita di periodici.
La diffusione (carta + digitale) del quotidiano Il Sole 24 Ore da gennaio a marzo 2021 è complessivamente pari a 146.488 copie medie giorno (+3% sul 2020). Migliorano così tutti i margini: l’Ebitda è a -0,5 milioni (era negativo per 1,6 milioni al 31 marzo 2020), l’Ebit a -4,5 milioni (negativo per 5,6 milioni) e il risultato netto è di -5,7 milioni (negativo per 5,9 milioni a fine marzo 2020).

Loading...

I ricavi pubblicitari sono in linea con il primo trimestre dell’esercizio precedente e sono pari a 16,5 milioni, risultato migliore rispetto all’andamento di mercato di riferimento in calo del 10,1%. Gli altri ricavi registrano una crescita di 0,1 milioni (+3,3%), nonostante la contrazione dei ricavi dell’area Cultura compensata dallo sviluppo delle nuove iniziative dell'area Tax & Legal. I ricavi dell’area Tax & Legal risultano in crescita rispetto al primo trimestre 2020. Nel dettaglio, i ricavi diffusionali del quotidiano digitale ammontano a 4,8 milioni, in incremento di 0,7 milioni di (+17,4%) I ricavi di editoria elettronica dell’area Tax & Legal sono pari a 9,2 milioni in crescita di 0,6 milioni (+6,9%).

Il costo del personale, pari a 20,6 milioni, è in diminuzione di 0,7 milioni (-3,1%): l’organico medio dei dipendenti, pari a 849 unità, in decremento di 49 unità (prevalentemente riferito a personale grafico e poligrafico) rispetto al precedente esercizio. I costi per servizi, pari a 20,5 milioni, sono in diminuzione di 0,1 milioni (-0,2%) rispetto al primo trimestre 2020, grazie a interventi di contenimento dei costi operativi e a diverse dinamiche di business. La posizione finanziaria netta è negativa per 55 milioni, rispetto ai 50,9 milioni negativi al 31 dicembre 2020 principalmente per il flusso di cassa dell’attività di investimento. Il patrimonio netto consolidato è pari a 29,8 milioni rispetto ai 35,3 milioni al 31 dicembre 2020.

Il Piano 2021-2024 conferma il progressivo miglioramento degli indicatori economici e finanziari, trainati dalla crescita dei ricavi consolidati e dalla riduzione dei costi, conclude la nota: «Il Piano 2021-2024 - si legge - prevede una maggior spinta sugli investimenti in nuove iniziative editoriali, supportate da innovative tecnologie di prodotto e sistemi gestionali. Lo stesso piano si pone l’obiettivo strategico della riduzione dei costi della struttura operativa attraverso una profonda riorganizzazione industriale e dei processi editoriali, l'efficientamento delle strutture di supporto e di staff ed il rafforzamento delle competenze distintive».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti