COOP IN SARDEGNA

“Solo sardo”, la pasta Made in Italy 100% isolana

Una cooperativa fondata da 30 imprenditori cerealicoli aderenti a Coldiretti ha prodotto una pasta a filiera cortissima

di Davide Madeddu


default onloading pic
(© Walter Zerla)

2' di lettura

Più che una “filiera corta” è un cerchio che si chiude: dal campo di grano allo scaffale del negozio. In mezzo giusto un viaggio da meno di 100 chilometri, per la trasformazione del grano (isolano) che diventa pasta. È l'avventura di “Solo sardo”, la linea di pasta prodotta completamente nell'isola dagli agricoltori. O meglio, da Isola sarda, una cooperativa fondata da 30 imprenditori cerealicoli aderenti a Coldiretti, che ne ha curato la costituzione e segue le diverse fasi con l'intento di valorizzare il “prodotto delle campagne”.

Il marchio “Solo sardo”
Una convenzione con un pastificio di Thiesi per la lavorazione e trasformazione della materia prima chiude il cerchio. “Il grano coltivato dai soci della coop viene mandato al pastificio - racconta Luca Saba, direttore di Coldiretti -. La semola utilizzata è a grana grossa, a basso contenuto di ceneri e con proteine di alta qualità impastata con acqua fredda”. La pasta, imbustata in sacchetti trasparenti e con il marchio “Solo sardo” il viaggio di ritorno alla coop per la distribuzione finale. Un viaggio che, assicura il responsabile dell'associazione “non supera gli 80 - 100 chilometri”. “Uno dei canali privilegiati è quello dei mercatini di Campagna amica - argomenta Saba che ha seguito il progetto in tutte le fasi - con gli agricoltori che venderanno la loro pasta, proveniente da una filiera certificata al cento per cento, direttamente agli acquirenti”. Altra strada è quella della rete commerciale. Negozi e supermercati. Quanto alla vendita nella penisola, ci sarà ancora da attendere: “Contiamo di essere presenti nel 2020”.

Senza dimenticare il “Patto sulla pasta tra agricoltori e consumatori per l'acquisto di prodotti garantiti, locali e tracciati” siglato tra Coldiretti e Adiconsum. “Per adesso si parte con pasta - chiarisce Saba - ma intendiamo allargarci anche a pomodori, uova, riso e altri prodotti”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...