una decina di feriti

Somalia: attacco jihadista a hotel Mogadiscio, almeno 5 morti

L'attacco da parte di uomini armati sarebbe stato preceduto da una l'esplosione “massiccia” e alcune persone sarebbero state prese in ostaggio

default onloading pic

L'attacco da parte di uomini armati sarebbe stato preceduto da una l'esplosione “massiccia” e alcune persone sarebbero state prese in ostaggio


1' di lettura

Almeno cinque persone sono state uccise e una decina ferite in un attacco contro un albergo di Mogadiscio frequentato da funzionari governativi.
Lo ha detto all'Afp un funzionario della sicurezza del governo somalo. “Sparatorie isolate sono ancora in atto all'interno dell' albergo e, secondo le prime informazioni ricevute, ci sono 5 morti e più di 10 feriti”, ha riferito, aggiungendo che il bilancio delle vittime potrebbe aumentare ulteriormente. L'attacco da parte di uomini armati sarebbe stato infatti preceduto da una l'esplosione “massiccia” e alcune persone sarebbero state prese in ostaggio.

“C'è stata l'esplosione di un'autobomba che ha colpito l'hotel Elite sulla spiaggia del Lido” e “ci sono pesanti colpi di arma da fuoco all'interno dell'hotel”, ha riferito un agente di polizia. Testimoni hanno confermato che l'attacco all'Elite Hotel è iniziato con una forte esplosione. Poi sono stati uditi degli spari e quanti si trovavano all'interno dell'edificio hanno tentato la fuga. Questo tipo di operazione, secondo la polizia, porta il segno di quelle normalmente condotte dai jihadisti Shebab nella capitale somala.

Il gruppo di al Shabaab rivendica attacco a hotel di Mogadiscio

Il gruppo jihadista al Shabaab, affiliato ad al Qaida, ha rivendicato il raid suicida lanciato oggi contro l'hotel Elite di Mogadiscio, in cui sono morte almeno cinque persone. Lo riferisce Site, il sito web che monitora l'attività jihadista in Internet. La scorsa settimana dieci persone, tra cui quattro combattenti di al Shabaab detenuti, sono rimaste uccise nella prigione centrale di Mogadiscio in un'intensa sparatoria con le forze di sicurezza, divampata dopo che i jihadisti erano riusciti in qualche modo a mettere le mani sulle armi da fuoco all'interno della struttura.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti