Tra le vittime anche il viceministro del lavoro

Somalia, autobomba di al Shabaab contro un edificio del governo: cinque i morti


default onloading pic
(Ansa)

2' di lettura

Il Central Mogadishu è stato scosso dall’esplosione di un’autobomba davanti a uno deglie edifici governativi. L’attentato è stato rivenditato dal gruppo islamista al Shabaab che rivendica la responsabilità dell'attacco nella capitale somala. «La prima esplosione è avvenuta pressso il ministero del Lavoro : ci sono anche altri edifici del ministero vicino alla scena: è stato un autobomba suicida seguita da colpi di arma da fuoco», ha detto il funzionario di polizia Mohamed Hussein, aggiungendo che c'è stata una seconda esplosione.

Secondo una prima ricostruzione di una dinamica tutta ancora da chiariare Al Shabaab avrebbe dichiarato che uno dei suoi combattenti si sarebbe lanciato contro l’edificio del ministero con un'autobomba, permettendo ad altri di entrarvi. «Siamo all'interno dell'edificio e i combattimenti continuano. Daremo i dettagli in seguito», ha chiarato ad Reuters Abdiasis Abu Musab, portavoce delle operazioni militari di Al Shabaab. Il sito dell’emittente somala Radio Dalsan segnala «morti» in un area che é oggetto di una «battaglia». I dipendenti sono stati visti fuggire pure dalle finestre, riporta il sito dell'emittente. «Dopo l'esplosione, uomini armati hanno assaltato gli uffici del
ministero del Lavoro», precisa Radio Dalsan.

L’agenzia Ap rifesce dell’uccisione del viceministro del Lavoro somalo, Saqar Ibrahim Abdalla, secondo quanto riferito dal capitano della polizia somala, Mohamed Hussein che precisa che i morti finora accertati sono cinque. Il viceministro é stato ucciso nel suo ufficio al pian terreno poco dopo l'irruzione dei terroristi nell'edificio, ha riferito Hussein.

Somalia: autobomba a Mogadiscio, 7 morti e 9 feriti

Al Shabaab, che sta cercando di rovesciare il governo centrale sostenuto dalla Somalia occidentale, è stato espulso da Mogadiscio nel 2011 e da allora è stato cacciato dalla maggior parte delle sue altre roccaforti. Resta tuttavia una minaccia, con i suoi combattenti che effettuano frequentemente attentati in Somalia e nel vicino Kenya, le cui truppe fanno parte dell'AMISOM, una forza di pace con mandato dell'Unione Africana che aiuta a difendere il governo centrale della Somalia.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...