ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCassazione

Sono una prova le telefonate con il viva voce registrate su iniziativa della polizia giudiziaria

Cambio di rotta rispetto alla giurisprudenza che le considera inutilizzabili facendole rientrare nel raggio d’azione delle intercettazioni e dunque subordinate all’ok del giudice o del Pm

di Patrizia Maciocchi

(Francesco Fotia / AGF)

1' di lettura

Le telefonate fatte in viva voce tra la vittima e il suo estorsore, registrate su iniziativa della polizia giudiziaria, sono utilizzabili come prova atipica in Tribunale. La Corte di cassazione, prende così le distanze dalla parte della giurisprudenza secondo la quale le captazioni non sarebbero utili in tribunale in assenza di un provvedimento motivato del giudice o di sun decreto dispositivo del pubblico ministero. Diverso il parere della Suprema corte che respinge il ricorso dell’estorsore e dà il via libera all’uso, come prova atipica, in Tribunale della telefonata acquisita in maniera occulta dalla polizia giudiziaria.

Nessuna violazione delle norme sulle intercettazioni

La video-registrazione era stata fatta da un appuntato in una stazione dei carabinieri delle Marche, dove il taglieggiato era stato sollecitato a chiamare l’estorsore. Modalità che, secondo la difesa dell’imputato, entravano in rotta di collisione con le norme sulla segretezza delle comunicazioni e conversazioni, in assenza di autorizzazioni in assenza di un controllo da parte dell’autorità giudiziaria. La Cassazione esclude invece che la registrazione in questione possa essere ricondotta nel concetto di intercettazione di conversazione. Anche se realizzata con mezzi della Pg, la telefonata video-registrata era stata concordata con uno degli interlocutori, cosa che non avviene nelle intercettazioni. A supporto dei brogliacci con la trascrizione di quanto captato con il viva voce, sono poi possibili in giudizio le testimonianze della vittima dell’estorsione e del carabiniere. L’iniziativa aveva offerto un quadro completo dei fatti, compresa la cifra richiesta dall’imputato.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti