il quesito del lunedÌ

Sono tassabili le donazioni allo youtuber in possesso della partita Iva

Le elargizioni spontanee ricevute nell'esercizio dell’attività d'impresa sono ai fini fiscali una sopravvenienza attiva imponibile

di Gianluca Dan

Marcello Ascani, lo youtuber che spiega il risparmio ai giovanissimi

1' di lettura

Il quesito. Un soggetto svolge attività di youtuber con partita Iva. Oltre a produrre ricavi per la pubblicità mostrata nei video, incassa anche donazioni effettuate spontaneamente da soggetti iscritti al suo canale. Qual è l'inquadramento fiscale di queste donazioni?
Va emessa fattura per esse?
T.S. - ROMA

La risposta. Le donazioni spontanee ricevute da un imprenditore nell'esercizio della sua attività d'impresa costituiscono ai fini fiscali una sopravvenienza attiva imponibile in base all'articolo 88, comma 3, lettera b, del Tuir (Dpr 917/1986). Questi proventi concorrono a formare il reddito nell'esercizio in cui sono stati incassati oppure in quote costanti nell'esercizio in cui sono stati incassati e in quelli successivi, ma non oltre il quarto.
A diversa soluzione si giunge se le donazioni indicate sono da attribuire alla sfera privata dello youtuber: in questo caso non hanno rilevanza ai fini delle imposte sui redditi. Infine, per le liberalità ricevute non si ravvisa l'esistenza di un rapporto sinallagmatico tra le parti e pertanto non dev'essere emessa fattura.

Loading...

Il quesito è tratto dall'inserto L'Esperto risponde in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 1° marzo.

Consulta L'Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti