le segnalazioni delle imprese

Sos liquidità? Raccontate al Sole 24 Ore come funziona il decreto del governo

Aperta una casella di posta elettronica a disposizione delle imprese per segnalare tutte le difficoltà nella ricerca dei finanziamenti previsti nel Decreto liquidità

default onloading pic
(REUTERS)

Aperta una casella di posta elettronica a disposizione delle imprese per segnalare tutte le difficoltà nella ricerca dei finanziamenti previsti nel Decreto liquidità


3' di lettura

Alcune imprese hanno già rinunciato prevedendo tempi lunghi di 2-3 mesi per ottenere i finanziamenti, altre sono alle prese con le banche per avviare le istruttorie, ci sono poi imprenditori bloccati dal meccanismo astruso di calcolo degli interessi, altri nel collo di bottiglia delle migliaia di domande in arrivo agli istituti di credito. Un dato è certo, il Decreto Liquidità è uno strumento che può essere utile a sostenere e fare ripartire le aziende ma solo se i fondi arriveranno in tempi rapidi alle imprese. Il fabbisogno del mondo produttivo - almeno 30 miliardi di liquidità di qui a fine anno nello scenario più favorevole ipotizzato da Csc - è infatti importante e urgente, perché in alcuni settori, dal turismo al commercio non alimentare, dal trasporto ad alcuni comparti della industria manifatturiera, i ricavi sono pressoché azzerati. I costi no. Così, Il Sole 24 Ore in questo momento di emergenza delle imprese apre una casella di posta elettronica dedicata al mondo produttivo per consentire di segnalare direttamente criticità, tempi lunghi di gestione delle pratiche e ostacoli che si frappongono fra le imprese e i fondi istituiti del «Decreto liquidità». Il quotidiano con le sue inchieste e servizi darà voce alle vostre segnalazioni. L’indirizzo di posta elettronica cui inviare le mail è: sosliquidita@ilsole24ore.com

Ma cosa chiedono gli imprenditori che hanno giù scritto? Chiarezza, procedure snelle e date certe. Sono queste le priorità di imprese e artigiani che vogliono accedere ai fondi istituiti del «Decreto liquidità». Molti hanno già utilizzato i risparmi personali per far fronte ai pagamenti di affitti, mutui e merce al primo mese di chiusura e sono sempre più preoccupati per la mancanza di risorse e prospettive. Il supporto del governo che dovrebbe garantire in tempi rapidi il finanziamento per tutte le attività in crisi non sembra nemmeno avviato sulla carta. La maggior parte di loro alla richiesta di avvio dell’iter della pratica burocratica non ha ancora ricevuto risposta dalle filiali: risposte evasive e ancora poche certezze sui tempi. Le esperienze, riportate in alcune delle decide di lettere scelte fra quelle che ogni ora arrivano al Sole 24 Ore, uniscono diversi imprenditori a caccia di liquidità. Pierpaolo De Rossi che ha un’attività di ferramenta spiega che ha «provato a chiedere alla mia banca del decreto con garanzia dello stato ma ancora non sanno nulla», gli fa eco Alessandro Ricevuto , fondatore di un brand di gioielleria in provincia di Napoli che realizza il 95% del fatturato in export, anche lui si è rivolto alla banca per chiedere il finanziamento al fondo ma la risposta ricevuta è stata che manca ancora l’ok di Bruxelles e che quindi il prestito è rinviato in attesa di istruzioni. Stessa situazione riscontrata da Paolo Corvini di Forlì titolare di un bar tabaccheria che, su consiglio del commercialista, ha contattato l’istituto di credito per fare richiesta dei 25mila euro.

Un’altra incongruenza è stata segnalata da un piccolo imprenditore sono le condizioni per il prestito: «Se vale il merito creditizio e basta anche un ritardo nel pagamento anche di un finanziamento per non potere accedere a questo aiuto una platea gigante di piccole imprese è già fallita».  Altra situazione assurda viene segnalata da Maxim Simonov, piccolo artigiano, che ha appena aperto l’attività a Venezia: «Devo già far fronte a costi fissi (contributi, inail) ma non posso lavorare! Chi mi potrà dare un aiuto se non ho ancora iniziato?». Se lo chiede anche Alberto Altebrando: «Il fondo è anche per le nuove imprese?»

Inviate le vostre mail all’indirizzo: sosliquidita@ilsole24ore.com

IL FILO DIRETTO CON GLI ESPERTI: Da lunedì 13 aprile via ai quesiti sul decreto imprese

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti