FILO DIRETTO CON IL SOLE

Sos liquidità: dopo il sisma il Covid, ma ci aiuta l’Italia solidale

Il mondo produttivo può segnalare al Sole 24 Ore le criticità del decreto Liquidità attraverso la casella e-mail «sosliquidità@ilsole24ore.com»

default onloading pic
(Ansa)

Il mondo produttivo può segnalare al Sole 24 Ore le criticità del decreto Liquidità attraverso la casella e-mail «sosliquidità@ilsole24ore.com»


3' di lettura

Continua la pubblicazione delle lettere che giungono delle imprese in difficoltà per la crisi da Covid-19 e che trovano difficoltà ad accedere al credito garantito istituito con il Decreto liquidità. La casella a cui inviare le mail è: sosliquidità@ilsole24ore.com.

Dopo il terremoto il virus
Sono la titolare della Cioccolateria Vetusta Nursia di Norcia, dopo il terremoto del centro Italia i miei genitori sono venuti a mancare e io ho ereditato un’azienda distrutta. Ho preso un mutuo e dopo un mese abbiamo iniziato i lavori, il 6 gennaio, neanche due mesi dopo il sisma ho inaugurato la nuova apertura e abbiamo ricominciato a lavorare grazie alla solidarietà degli italiani. Ora la situazione è completamente diversa, soprattutto nel centro Italia, già distrutto da altre calamità.Però c’è una speranza che non si spegne mai, siamo italiani e grazie all’aiuto che è arrivato da tutta Italia siamo riusciti a lavorare per Pasqua con consegne a domicilio e con una parte del ricavato abbiamo comprato le maschere per l’ospedale di Terni e donato le uova ai bambini ricoverati in reparti pediatrici che non potevano vedere i loro cari.
Arianna Verucci

In Usa pronto soccorso Pmi
In Italia ci si domanda quando i soldi stanziati per le piccole imprese e i lavoratori arriveranno. Negli Stati Uniti nel giro di un paio di settimane sono arrivati sui conti correnti delle Pmi americane 350 miliardi di dollari. Non sono stati sufficienti a soddisfare tutte le richieste. L’altro ieri con voto unanime del Congresso, maggioranza e opposizione, hanno stanziato altri 320 miliardi che rapidamente arriveranno a destinazione perché negli USA c’è un’agenzia designata allo sviluppo delle piccole e medie imprese, la US Small Business Administration che vi provvede velocemente. In Italia si fa sentire in modo lacerante la mancanza di una struttura dedicata al sostegno delle Pmi, che possa agire direttamente, velocemente e senza pastoie burocratiche. La lezione di questa crisi servirà a porvi rimedio?
Sergio Arzeni
Presidente Insme, International Network for Sme

Imprese senza rete
Sono amministratore di una piccola azienda edile, già mi sento abbandonato a me stesso per i problemi che gravano sull’azienda in questo periodo, Cig per i dipendenti che non arriva, prestito 25.000 € fantasma, poi vedo che neanche il sostentamento dei 600 € non mi riguarda, pur avendo fatto regolare richiesta, in quanto pare che se non si ha o partita Iva personale o contratto con azienda non se ne ha diritto. Vi prego di essere portavoce della mia categoria. Amministratore di Srl, Co.Co.Co con gestione separata, unica fonte di reddito la mia attività... e non percepisco nulla? Vi prego di sollevare la questione.
Antonio Stile

Broker assicurativi esclusi
S ono socio di 2 società di brokeraggio assicurativo con 3 sedi in Italia. I broker, a differenza delle agenzie monomandatarie, essendo indipendenti non posso accedere alle linee di finanziamento erogate nei giorni scorsi dai mandanti.
Si contava quindi di poter attingere ai prestiti sino o superiori a €25.000 ma abbiamo scoperto che il settore assicurativo ne è stato escluso. È palese che nel periodo del Covid i sinistri sono occorsi comunque, le sospensioni delle polizze cantiere si son dovute fare comunqe, gli enti pubblici hanno richiesto proroghe per le coperture in corso, poi, al momento di aiutare il settore con i finanziamenti siamo stati dimenticati! Il nostro settore patirà l’onda Covid-19 come qualsiasi altra attività commerciale, industriale o di servizi. A mero titolo di esempio per le mie aziende i 25mila € garantivano un anno di stipendio di una/o dei nostri collaboratori, oggi ci si porrà il dilemma di chi dover licenziare!
Andrea Ragozino

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti