La nuova tranche di aiuti

Sostegni bis: intesa sui ristori e ipotesi rinvio cartelle a fine giugno. Lega-Fi: nessun rinvio su riaperture e coprifuoco

Il varo del dl, atteso in Consiglio dei ministri questo giovedì, potrebbe slittare di qualche giorno. In occasione della cabina di regia a Palazzo Chigi Lega e Forza Italia pongono il tema coprifuoco e riaperture

Articolo aggiornato alle 10 dell’11 maggio 2021

Covid, cabina di regia del governo per le riaperture

5' di lettura

Governo al lavoro sul decreto sostegni Bis. Dalla riunione della cabina di regia che si è svolta questa mattina a Palazzo Chigi sarebbe emersa, secondo quanto si è appreso, un’intesa di massima sui nuovi contributi a fondo perduto da inserire nel provvedimento con la nuova tranche di aiuto. Si sarebbe optato per un mix tra le varie ipotesi sul tavolo con un meccanismo in due tempi: nuovi ristori subito, automatici, sulla base del fatturato, e la possibilità - per le imprese interessate, come chiesto in primis dalla Lega - di ricevere un saldo a fine anno, ricalcolando le perdite sulla base dei dati dei bilanci o delle dichiarazioni dei redditi. In questo modo, viene spiegato, si introduce un meccanismo di “perequazione” rispetto a quanto già ottenuto. Per quanto riguarda invece il “tagliando” al decreto sulle riaperture, previsto per metà mese, fonti di Palazzo Chigi hanno spiegato che la cabina di regia sulle riaperture sarà lunedì 17 maggio.

Alla riunione hanno partecipato, oltre al premier Draghi e al ministro dell’Economia Franco, i capigruppo della maggioranza: i ministri del Lavoro Orlando per il Pd, delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli per il M5s, dello Sviluppo Giorgetti per la Lega, degli Affari Regionali Gelmini per Fi, della Salute Speranza per Leu e per la Famiglia Bonetti di Iv

Loading...

Il varo del dl, atteso in Consiglio dei ministri questo giovedì, potrebbe slittare a venerdì o anche dopo. Resterebbero infatti ancora alcuni nodi da sciogliere legati alle misure fiscali e al pressing della maggioranza e delle associazioni per rimediare allo stralcio della cessione del superbonus imprese dal dl Sostegni 1, ma l'esecutivo punta ad approvare il dl entro questa settimana.

Ipotesi rinvio cartelle fino a fine giugno

Cartelle esattoriali congelate ancora per due mesi: è, secondo quanto si apprende da fonti di maggioranza, una delle ipotesi su cui sta lavorando il governo in vista del varo del decreto Sostegni bis. Si starebbe quindi valutando di tenere ancora ferma la macchina della riscossione non fino a fine maggio, come anticipato da un comunicato del Mef nei giorni scorsi, ma fino alla fine di giugno. Sul punto però non ci sarebbe ancora una decisione definitiva.

Covid: Palazzo Chigi, cabina regia per riaperture lunedì 17 maggio

Intanto il tema del “tagliando” al decreto sulle Riaperture, che all’inizio non era all’ordine del giorno della riunione, tanto che fonti di Palazzo Chigi avevano sottolineato che si sarebbe parlato solo del nuovo provvedimento sui sostegni, alla fine sarebbe stato oggetto di confronto. Si svolgerà lunedì 17 maggio la Cabina di regia tra le forze di maggioranza per discutere delle riaperture. Lo riferisce Palazzo Chigi.

Ad introdurre il tema delle riaperture e del coprifuoco sono stati innanzitutto la ministra degli Affari Regionali Mariastella Gelmini, il collega della Lega Giancarlo Giorgetti e la titolare di Italia Viva Elena Bonetti. Ma il dossier è stato messo sul tavolo quando Draghi aveva già lasciato la riunione ed era rimasto solo il sottosegretario Roberto Garofoli. Una mossa, quella del premier, che ha tagliato sul nascere ogni possibile discussione anticipata rispetto ai tempi immaginati da palazzo Chigi. Del resto, già nelle scorse ore dalla sede del governo filtrava la linea della prudenza. Una linea secondo la quale la cabina di regia per la valutazione dei dati andrebbe fissata solo la settimana prossima. Numeri che, dettaglio non irrilevante, non forniranno ancora una fotografia piena degli effetti delle riaperture decise il 26 aprile. Ma il pressing dei partiti è forte. L'ipotesi che venerdì ci possa essere un confronto sul tema nel governo, non è ancora da escludere.

Draghi prende tempo

Per ora però l'accordo nella maggioranza su coprifuoco e riaperture non c’è. Da una parte il centrodestra in pressing per accelerare la ripartenza di tutti i settori ancora fermi e cancellare il “tutti a casa” alle 22; dall’altra l'asse LeU-Pd a ribadire la necessità di mantenere una linea di prudenza e gradualità nelle scelte in modo che le riaperture siano irreversibili, come lo stesso presidente del Consiglio ha più volte ribadito.

Allo studio indennità per le attività chiuse a maggio

Nel decreto Sostegni bis invece si è delineata un’intesa di massima. Ristori rapidi sulla base del fatturato e, per chi vorrà, una compensazione ulteriore a fine anno sulla base dei bilanci. Potrebbe essere inclusa anche un'indennità ad hoc per le attività chiuse a maggio. Si tratterebbe di un'indennità aggiuntiva rispetto ai ristori, dedicata in particolare alle categorie rimaste chiuse anche nel mese di maggio, ad esempio i ristoranti senza spazio per i tavoli all'aperto. Tra le novità in arrivo sarebbe confermato anche il rinvio della plastic tax.

Verso 500mln a scuola per garantire la ripresa

Un nuovo fondo da 500 milioni per garantire l'avvio del prossimo anno scolastico a settembre. Anche questa è una misura che potrebbe arrivare con il nuovo decreto Sostegni bis. Nelle bozze del provvedimento circolate nei giorni scorsi la norma compariva ma era in bianco.

Dl Sostegni bis: Patuanelli, ci sia superbonus imprese

I Cinque Stelle premono per inserire nel provvedimento la norma sul superbonus imprese stoppata dalla Ragioneria generale dello Stato prima del via libera in prima lettura da parte del Senato al primo decreto Sostegni. «Il decreto sostegni 2 è ancora in costruzione. Come Movimento è importante avere rassicurazioni sulla cedibilità del credito d'imposta sul 4.0, è uno strumento fondamentale per le imprese e chiesto da tutte le categorie produttive, il cosiddetto superbonus imprese». È quanto ha messo in evidenza il capodelegazione del M5S Stefano Patuanelli dopo il vertice di Palazzo Chigi.Sullo stralcio da parte delle Ragioneria dello Stato dal dl Sostegni della cessione a terzi del credito di imposta per l'acquisto dei beni strumentali previsto dal Transizione 4.0 continua il pressing delle associazioni, ma è probabile che la norma rientri in sede di conversione del decreto.

Prima casa giovani

Più facile e meno costo l'acquisto di un'abitazione per gli under 36. Le norme in arrivo allargano infatti le maglie per l'accesso al fondo prima casa per chi non ha ancora 36 anni e dovrebbero introdurre l'esenzione dal pagamento l'imposta di registro e l'imposta ipotecaria e catastale sull'immobile. Dimezzati anche gli onorari notarili. Prevista poi anche l'esenzione dell'imposta sui finanziamenti per l'acquisto e la ristrutturazione delle abitazioni.

Aiuti famiglie

Aiuti spesa, affitti e pagamenti utenze domestiche: il governo lavora al trasferimento agli enti locali di risorse pari a 500 milioni per misure di economia sociale a sostegno delle famiglie in difficoltà economica.

Rem

Nel dl è attesa una nuova proroga del reddito di emergenza per altre due mensilità.

Stagionali

Dovrebbe inoltre vedere luce nel dl un bonus da 2.400 euro per i lavoratori stagionali del turismo e dello spettacolo.

Niente ticket per i pazienti long covid

Il ministero della Salute lavora ad una norma per due anni di esenzione dal pagamento del ticket per tutte le visite, le cure e gli esami dei pazienti che hanno contratto il Covid in forma grave. Stanziamento: 50 milioni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti