Auto aziendali

Sostenibilità ed efficienza: ecco le parole chiave delle flotte

I modelli mild hybrid crescono nelle preferenze di fleet manager e utilizzatori: consentono le migliori prestazioni per i lunghi chilometraggi e di usare la soluzione ecologica

di Simonluca Pini

default onloading pic

I modelli mild hybrid crescono nelle preferenze di fleet manager e utilizzatori: consentono le migliori prestazioni per i lunghi chilometraggi e di usare la soluzione ecologica


3' di lettura

L’elettrificazione è entrata a pieno regime anche nelle flotte auto, grazie alla continua crescita di modelli ibridi, plug-in hybrid o elettrici puri offerti dai costruttori. Rispetto al passato il cambiamento arriva dal reale utilizzo di modelli elettrificati per chi percorre diverse decine di migliaia di chilometri annualmente, grazie a modelli sempre più efficienti. Naturalmente il diesel resta la scelta preferita per i “macinatori” di chilometri, grazie ai bassi consumi e al tempo stesso ad emissioni di inquinanti realmente contenute merito delle motorizzazioni di ultima generazione.

A questo si aggiunge la possibilità di viaggiare su una vettura diesel ed elettrificata, a partire dai modelli mild hybrid come la nuova Audi Q5 disponibile esclusivamente con propulsori Mhev a 12 o 48 volt. Se la rinnovata Q5 non è ancora in grado di viaggiare a zero emissioni, per plug-in hybrid si dovrà aspettare il 2021, la nuova Audi A3 è già disponibile in versione Phev. La cinque porte di Ingolstadt abbia la motorizzazione termica 1.4 litri Tfsi da 150 cavalli (omologata nel rispetto dell’ultima normativa Wltp 3.0) ad un propulsore elettrico di tipo sincrono a magneti permanenti da 109 cv alimentato da una batteria agli ioni di litio posizionata nella zona sottostante i sedili posteriori da 13 kWh.

Loading...

La potenza complessiva è di 204 cv e 350 Nm di coppia massima e successivamente arriverà anche una versione più potente da 245 cv. Capace di viaggiare ad emissioni zero fino a 67 chilometri l’Audi A3 40 Tfsi e plug-in può essere la scelta ideale per chi utilizza spesso l’auto in contesti urbani (dove può accedere alle Ztl) e al tempo stesso garantire bassi consumi nei trasferimenti autostradali. Per quanto riguarda la ricarica, utilizzando una presa domestica, si impiegano circa 4 ore. Valore aggiunto della nuova A3 è offrire l’intero pacchetto di dotazioni Audi (in termini di sistemi di ausilio Adas, connettività e qualità a bordo) e al tempo una carrozzeria compatta e costi di gestione più contenuti.

Per chi invece cerca più spazio senza rinunciare all’efficienza d’uso, la nuova Opel Insigna sarà sicuramente una scelta azzeccata. Rinnovata nello stile e nei contenuti, non presenta motorizzazioni elettrificate ma nuove unità diesel. L’unità che rappresenta meglio l’ottimizzazione del rapporto efficienza-prestazioni è il tre cilindri turbodiesel di 1,5 litri con 122 cavalli, compatto e leggero promette percorrenze di 21,7 chilometri con un litro emettendo 100 g/km di anidride carbonica. Restando tra i diesel non manca il 2.0 litri da 174 cavalli, abbinabile anch’esso al cambio automatico a otto rapporti anziché al manuale con sei marce, in grado di coprire mediamente 20 chilometri con un litro che emette 113 g/km di Co2. A bordo arriva l’infotainment che integra le compatibilità Apple CarPlay e Android Auto con display da 7”, che cresce a 8” con il sistema dotato di navigazione predittiva.

Tornando ai modelli elettrificati, la Volvo XC40 plug-in hybrid è entrata di diritto tra i modelli più apprezzati da fleet manager e dagli utilizzatori per l’abbinamento tra i contenuti premium proposti dal suv compatto svedese e per soluzioni commerciali apprezzate come il rimborso dei chilometri percorsi in elettrico. La sfida principale per le flotte auto nel 2021 sarà naturalmente quella di immettere all’interno dei propri parchi le tante novità elettriche in arrivo sul mercato nei prossimi mesi, offrendo così una mobilità a zero emissioni sempre più richiesta dalle aziende. Ovviamente l’offerta di modelli dovrà andare di pari passo con la fornitura di infrastrutture di ricarica, conditio sine qua non per la crescita del parco auto elettrico.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti