La svolta green

Sostenibilità, Granarolo investe nel benessere animale

Dall’uso razionale dei farmaci nelle stalle al miglioramento dell’alimentazione del bestiame, con l’obiettivo di ridurre del 30% le emissioni di gas serra

(IMAGOECONOMICA)

1' di lettura

Il gruppo Granarolo lancia Sustainable Transition, un programma di transizione ecologica che coinvolge tutti e 633 i soci della cooperativa che controlla la Spa. Il progetto si articola su tre punti: benessere animale e uso razionale dei farmaci nelle stalle, migliore alimentazione del bestiame e riduzione dell'impatto ambientale legato alla produzione di latte. La filiera Granarolo punterà inoltre sull'agricoltura 4.0, su una gestione più efficiente delle fonti energetiche e idriche negli allevamenti e sull'economia circolare.

In questo percorso il gruppo, che lavora 8,5 milioni di quintali di latte, si farà aiutare dagli esperti del corso di laurea in Sistemi agricoli sostenibili dell'Università di Brescia, dal dipartimento di Medicina veterinaria dell'Università di Milano e da quello di Scienze mediche veterinarie dell'Università di Bologna. Granarolo ha confermato l'adesione al Dairy Sustainability Framework, una piattaforma internazionale che coinvolge associazioni grandi aziende del latte con l’obiettivo di accelerare l’azione contro il cambiamento climatico, a partire dalla riduzione dei gas serra. «Il nostro settore è chiamato a dare una risposta forte all'urlo del nostro Pianeta - ha detto Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo Spa - non basta più lavorare solo sul fronte della trasformazione e della distribuzione, come abbiamo fatto finora. Le dimensioni della filiera e la capacità di innovazione espressa da molti dei nostri soci ci fanno sperare di poter raggiungere l'obiettivo che ci siamo dati, ridurre del 30% le emissioni di gas a effetto serra per ogni chilo di latte prodotto entro il 2030».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti