Aste

Sotheby’s chiude con successo questa prima parte dell’anno

Un programma autunnale che punta sui collectible di lusso, le vendite private e le grandi collezioni

di Maria Adelaide Marchesoni

Aggiornato il 22 agosto 2021 h 16,30

«Femme au béret rouge et orange», 1938 (particolare), di Pablo Picasso, una delle 11 opere in asta da Sotheby’s a Las Vegas a ottobre.

4' di lettura

Collectible di lusso, grandi collezioni private, innovazione digitale sono i punti salienti dello sviluppo strategico di Sotheby's che proseguirà nei prossimi mesi dando vita a “un'intensa stagione autunnale” come definita in un messaggio via email che il ceo, Charles Stewart, ha inviato in questi giorni per presentare i dati consuntivi del semestre e promuovere gli eventi futuri. Il programma autunnale della casa d'asta prevede una serie di appuntamenti che spaziano dalla vendita di parte della collezione del filantropo britannico David Ross ai progetti di Christo e alla dismissione della collezione MGM Resorts.

Loading...

In squadra Horowitz

E per ampliare ancora più il perimetro delle relazioni entra a far parte della squadra dal 20 settembre Noah Horowitz, dal 2015 direttore di Art Basel MIami Beach e direttore di Ar tBasel per iil Nord e Sud America, con il nuovo ruolo di Worldwide Head of Gallery and Private Dealer Services e riferirà a Brooke Lampley, presidente e responsabile globale delle vendite di Sotheby’s Fine Art che afferma: “Con l’arrivo di Noah, possiamo servire il mercato su una scala ancora più ampia”. Naturalmente l’obiettivo sarà quello di sposare competenze ed esperienze digitali per creare nuovi servizi per il mercato internazionale delle gallerie e dei privati.

La collezione Ross

In una vendita dedicata intitolata “This is Tomorrow”, che prende il nome dalla mostra del 1956 alla Whitechapel Gallery che ha contribuito a cementare il movimento della Pop Art britannica, saranno offerte dal 7 al 15 settembre 60 opere che Ross ha accumulato nel corso di due decenni. Sotheby’s non ha ancora dichiarato le stime, anche se la casa d'aste ha rivelato che il prezzo varia da poche centinaia di sterline fino a sei cifre. Il ricavato della vendita andrà a beneficio della fondazione omonima di Ross, che sostiene iniziative nell’educazione e nelle arti nel Regno Unito. Tra i top lot vi è il dipinto «Red Interior» (1999) di Tony Bevan, l’opera a tecnica mista in dieci parti «Head Over Heels» (1973) di Gilbert & George, la serigrafia in quattro parti «Pop Shop Quad IV (Littmann p. 142)» di Keith Haring, 1989, e opere di Damien Hirst, Peter Blake e Glenn Brown. Lo scorso novembre, Ross ha acquistato per 12,8 milioni di sterline (16,9 milioni di dollari) il ritratto di David Hockney venduto dalla Royal Opera House di Londra, in difficoltà finanziarie, durante una vendita serale di Christie’s Londra.

Christo e l'Arc de Triomphe

È in programma una selling exhibition che avrà luogo da Sotheby’s Parigi e il ricavato andrà a beneficio sia del progetto «L’Arc de Triomphe, Wrapped», sia della Fondazione Christo e Jeanne-Claude, creata per salvaguardare l’eredità degli artisti per le generazioni future.

Lusso

Prenderà avvio in settembre e proseguirà nel mese di ottobre una nuova serie di vendite denominate Life is Beautiful, organizzate a Londra, Colonia, Parigi e Milano, con un'offerta di gioielli, orologi, auto da collezione, borse, design e arti decorative, oggetti iconici progettati da marchi storici, con una maestria impeccabile.

MGM Resorts

Ad ottobre si terrà la vendita di 11 opere di Pablo Picasso della collezione della catena di hotel di lusso MGM Resorts che avrà luogo a Las Vegas nell'iconico hotel Bellagio. La vendita, che rappresenta la prima asta di importanti opere d'arte effettuata negli Stati Uniti al di fuori della sede di New York, dovrebbe raggiungere un controvalore pari a 100 milioni di dollari e il ricavato sarà indirizzato dalla catena alberghiera a dare voce ad artisti che appartengono alle comunità poco rappresentate. Tra i top lot della collezione c’è il ritratto della prima musa dell'artista spagnolo, Marie-Thérèse Walter. Intitolato «Femme au beret» (1938), il dipinto raffigura una giovane Marie-Thérèse dai capelli biondi e dovrebbe raggiungere 20 milioni di dollari. L'ultimo passaggio in asta è avvenuto nel 1987 a 880.000 dollari, nel 1998 ed è stato acquistato dal magnate dei casinò di Las Vegas e collezionista Steven Wynn. Nel 2000, MGM ha acquisito l’opera insieme ad altre opere che saranno presto messe all’asta quando ha rilevato il casinò e l’hotel Mirage da Wynn, che possedeva una collezione di arte del XIX e XX secolo ospitata nella Bellagio Gallery of Fine Art.

I risultati semestrali

Le vendite totale negli Stati Uniti, in Europa e in Asia hanno superato i livelli pre-pandemia e hanno raggiunto 3,5 miliardi di dollari, più del doppio delle vendite dell'analogo periodo del 2020. Le vendite di collectible di lusso hanno registrato un tasso di crescita del 69% rispetto al primo semestre 2019 alimentate dagli appuntamenti cross-category nelle Luxury week a Londra, New York, Ginevra e Hong Kong. Il semestre è stato definito dalla casa d'aste “il più forte degli ultimi 6 anni”, sono state effettuate 219 aste (+16% rispetto al 2019) con un tasso di vendita del 90% con il 64% dei lotti venduti al di sopra delle stime elevate. Le private sale sono aumentate del 52% rispetto al primo semestre 2020. Anche per Sotheby's la clientela asiatica assume un ruolo importante e al momento genera un terzo delle offerte per valore.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti