mercato dell’arte

Sotheby’s: esce di scena Chinn, “promotore” delle garanzie

di Maria Adelaide Marchesoni

default onloading pic


2' di lettura

Sotheby's rivede l'organizzazione aziendale, elimina il ruolo di chief operating officer e di conseguenza Adam Chinn “lascia” a fine anno la casa d'aste. La riorganizzazione arriva dopo che il ceo Tad Smith, in occasione della presentazione dei risultati del terzo trimestre 2018, ha espresso un cauto ottimismo per il l mercato dell'arte nel 2019.
Adam Chinn, entrato a far parte di Sotheby's nel gennaio 2016 in seguito all'acquisizione di Art Agency, Partners (AAP) di cui era partner, ha assunto il ruolo di chief operating officer nel febbraio 2017.

Le garanzie. Dealer aggressivo, negli ultimi due anni in Sotheby's Chinn ha avuto un ruolo fondamentale nel promuovere e sviluppare l'uso delle garanzie. Quest'anno qualcosa è andato storto e i risultati della casa d'aste americana hanno registrato consistenti ribassi soprattutto nel primo semestre (utile netto in calo del 23% a 50,8 milioni di dollari e riduzione della marginalità dal 16,7% al 15%) e la causa va ricercata nella vendita di due dipinti garantiti come «Nu couché (sur le côté gauche», 1917 di Amedeo Modigliani venduto dopo una sola offerta per un totale di 157,2 milioni di dollari nell'asta Impressionist & Modern Art Evening Sale del 14 maggio a New York. Il dipinto di Modigliani vantava una stima di 150 milioni di dollari, la stima più alta nella storia della casa d'asta, e aveva una garanzia per un importo non distante. Ma alla fine, dopo una sola offerta, ha incassato 139 milioni di dollari, ammontare che raggiunge 157,2 milioni di dollari dopo aver applicato le commissioni. L'altro dipinto, garantito dalla casa d'aste, «Buste de Femme de Profil (Femme écrivant)», 1932 di Picasso offerto a Londra nel mese di giugno nell'asta Impressionist & Modern Art Evening Sale non ha superato le indiscrezioni sulla stima di prevendita non pubblicata in catalogo pari 45 milioni di dollari ed è stato venduto sulla base di un'unica offerta per 27,3 milioni di sterline (36,4 milioni di dollari).
Chinn sarà sostituito a partire da gennaio da due persone che faranno riferimento a Tad Smith, John Cahill nel ruolo di executive vice president e chief commercial officer, e Ken Citron, in qualità di executive vice president of operations e chief transformation officer. John Cahill, in particolare, “supervisionerà il business globale della società con la clientela, inclusa l'attività di prestito, Sotheby's Financial Services”.

Loading...

Stipendio. A fine 2017 Adam Chinn come chief operating officer ha incassato un compenso pari a 2.189.252 dollari. Dell'ammontare 750.000 dollari rappresentano la retribuzione annuale, 637.500 dollari il bonus, altri 750.070 dollari in azioni Sotheby's e 51.682 dollari da altri tipi di remunerazione.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti