New York

Sotheby’s: l’asta Contemporary Curated non teme l’emergenza virus

Per più della metà delle opere in catalogo prezzi superiori alla stima massima, 11 battute oltre i 500mila dollari. Successo delle artiste

di Maria Adelaide Marchesoni

Yoshitomo Nara. “Fire”, stimato 700.000-900.000 Usd, venduto a 1.160.000 Usd

4' di lettura

Successo per l'asta Contempory Curated di Sotheby's che si è svolta a New York durante The Armory Show . Con il 79% dei lotti venduti l'incanto (262 i lotti totali di cui 54 invenduti) per la quarta volta consecutiva ha realizzato un controvalore complessivo superiore a 30 milioni di dollari. complessivamente 32 milioni con oltre la metà dei lotti battuti a prezzi superiori alla stima massima indicata in pre-asta. Undici opere hanno registrato prezzi superiori a 500 mila dollari.
L'asta presentava un catalogo con opere realizzate negli ultimi sette decenni della storia dell'arte provenienti da rinomate collezioni private, tra cui, la collezione Robert A. Bernhard, Levy Family, Pat e Michael York e quella di Marc Jacobs.

L’arte contemporanea acquistata a New York

L’arte contemporanea acquistata a New York

Photogallery7 foto

Visualizza

I top lot
Tre paesaggi californiani dell'artista Wayne Thiebaud, la cui pratica artistica è profondamente legata alla California, alla sua cultura e alla sua gente, sono state aggiudicate a un prezzo complessivo superiore alla stima elevata di 5 milioni di dollari. A guidare la performance «Civic Center» un olio del 1986 che ha realizzato 3,3 milioni di dollari (stima 2,5-3,5 milioni). Le altre due opere in asta «River Ponds», 1988 che celebra il profondo legame dell'artista con il delta del fiume Sacramento in California ha raggiunto 1,34 milioni (stima 800.000-1.200.000), e «Palm ridge intersection», un lavoro su carta del 1989 ha più che raddoppiato la stima massima di 300mila dollari segnando 698mila dollari. Il lotto «Fire» di Yoshitomo Nara realizzata nel 2009 e acquistata dal venditore nel 2010 è stata battuta per 1,2 milioni di dollari superando la stima elevata di 900mila dollari.
Cinque le opere di David Hockney presenti in asta che hanno registrato risultati interessati e superiori alle stime elevate ad eccezione di «Portrait of Ann Upton, Christmas» aggiudicato a 100mila dollari (stima 100-150.000 dollari). Interessanti i prezzi di aggiudicazione del lotto 16, il dipinto «Gregory in the Pool», 1978 (692.000 $ rispetto a stima 350.000-450.000 $) e il lotto 18 «Lake House, Como, Rain», 2003 (620.000 $ rispetto a stima 250.000-350.000 $).
Nuovo record in asta per l'artista polacco Igor Mitoraj segnato con l'opera «For Hadrian» (lotto 100, scultura in bronzo, ed.1/3) che con una stima compresa tra 80.000-120.000 dollari ha segnato un prezzo pari a 584.000 dollari.

Loading...

Oltre le stime elevate
Tra i diversi lotti aggiudicati che hanno superato di ben oltre le stime superiori pre-asta vi è il lotto 12 un olio su carta di Adolph Gottlieb, «Flat Black», 1970 venduto per 325mila dollari rispetto a una stima compresa tra 100-150mila dollari. L'opera aveva già avuto due passaggi in asta sempre a New York dalla rivale Christie's nel settembre 2009 (lotto 43 venduto per 134.500 dollari con una stima compresa tra 90-120.000 dollari).
Degno di nota il lotto 93 dell'artista Eric Fischl, «Untitled (Beach Scene)» olio sul tela del 1987, presentava una stima compresa tra 30-40.000 dollari è stato battuto per 183.750 dollari, così come il lotto 25 «More points on the edge of the blossom» di James Rosenquist battuto per 596.000 dollari rispetto a una stima 300-400.000 dollari; di Frank Stella «Il drago e la cavallina fatata (3x)» (lotto 26) con una stima compresa tra 200-300.000 dollari ha raggiunto 572.000 dollari; di Keith Haring (lotto 80) «Smile with three eyes», inchiostro su carta tinta a mano firmato e datato FEB.28-83-TOKYO, è passato di mano per 387.500 dollari contro una stima di 60-80.000 dollari.

Il successo dell’arte al femminile
L'asta ha registrato risultati elevati per le opere di alcune artiste contemporanee e tra queste una scultura dell'americana Simone Leigh (1967), che lavora con vari media tra cui scultura, installazioni, video, performance e pratiche sociali, ha segnato un nuovo record d'asta (lotto 201 «Decatur, Cobalt», 2015 scultura in terracotta, ceramica, epoxy) raggiungendo 337.500 dollari superando di molto le stime pre-asta comprese tra 60-80.000 dollari. Prezzo superiore a tre volte la stima elevata pre-asta per il lotto 1: l'opera di Helen Frankenthaler, «Untitled», 1968, che a fronte di una stima compresa tra 60-80.000 dollari è stata aggiudicata a 287.500 dollari.
Una scultura dell'artista Louise Nevelson, «Rain forest column IV», 1959 (lotto 2) è stata venduta per 275.000 dollari e anche in questo la stima era molto distante compresa tra 80-120.000 dollari. Due opere di Lisa Yuskavage (1962), artista americana che lavora con la galleria David Zwirner , hanno registrato interessanti prezzi molto distanti dalle stime pre aste, il lotto 232 «Big blonde with teacup», 1994 (stima 200-300.000 dollari, battuto a 450.000 dollari) e il lotto 203 «Biting the small red thing», 2005 (stima 20-30.000 dollari, aggiudicato per 72.500 dollari). Tre opere della giapponese Yayoi Kusama tutte vendute e tra queste il lotto 212, «Pumpkin», 1991 (scultura in ceramica e acrilico) ha segnato 125.000 dollari (stima 30-40.000 dollari). L'opera di Nicole Eisenman, entrata nel novembre 2019 a far parte della scuderia di Hauser & Wirth , un olio su tela, «It's raining men», 1999 era già apparso in un'asta di Christie's, (Londra 12 febbraio 2015, «Lot 259» prezzo: 12.500 sterline, stima 6-8.000 sterline) è stato battuto per 125.000 dollari rispetto a una stima di 50-70.000 dollari.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti