mercato internazionale

Sotheby’s: dal lockdown 23 aste online con 44,5 milioni di $

di di Maria Adelaide Marchesoni

default onloading pic


3' di lettura

Con il mercato internazionale dell'arte in lockdown, le vendite online rappresentano un'ancora di salvezza per le case d'asta. Sotheby's ha in calendario tra aprile e maggio 43 vendite, tra cui due nuove versioni online dedicate all'arte contemporanea e a quella impressionista e moderna, inserite nel programma di maggio a New York: Contemporary Art Day Auction Online (dal 4 al 14 maggio) e Impressionist & Modern Art Day Sale Online (dal 4 al 15 maggio). Le vendite online sono da tempo una parte importante e in crescita dell'attività di Sotheby's, con un numero sempre crescente di collezionisti disposti a fare offerte online per lotti di alto valore. Nel 2019, la casa d’asta ha venduto online circa 250 milioni di dollari di opere d'arte e beni di lusso attraverso un mix di vendite online dal vivo e dedicate. Di questi, 80 milioni di dollari sono stati realizzati da 9.000 lotti venduti in 129 aste online dedicate - un ammontare superiore del 55% al 2018.

Dall'inizio del lockdown (28 marzo) la casa d'asta di Patrick Drahi ha effettuato 23 aste online che hanno realizzato 44,5 milioni di dollari (oltre la metà degli 80 milioni di dollari totali annuali di Sotheby's per le vendite online dedicate nel 2019). Eppure, nonostante questi successi, la società ha licenziato circa 200 persone, ovvero circa il 12% del suo staff, alla fine di marzo.
Anche le concorrenti Christie's e Phillips stanno attualmente conducendo vendite online, in particolare Christie's ha in optato anche per una private sale di Post-War e Contemporary Art con prezzi sono su richiesta.

Successo in asta delle opere Curated

Successo in asta delle opere Curated

Photogallery4 foto

Visualizza

Condo si aggiudica il prezzo più alto online
Tornando a Sotheby's lo scorso 21 aprile si è conclusa a Londra l'ottava edizione Contemporary Curated, originariamente programmata come asta dal vivo, convertita in incanto online (dal 14 al 21 aprile) ha evidenziato un controvalore di 5,1 milioni di sterline, ammontare superiore alle stime pre-vendita tra 3,4 – 4,5 milioni di sterline. Oltre la metà dei lotti venduti ha superato le stime elevate, con un tasso di vendita totale dell'88% per numero lotti (105). Gli offerenti provenivano da 36 paesi, più di un terzo ha partecipato per la prima volta a un'asta di Sotheby's, ha riferito la casa d'asta.
A guidare i risultati (lotto n.30) una tela del 2005 di George Condo, «Antipodal Reunion» che con otto offerte ha raggiunto la stima elevata di 800.000 sterline per essere aggiudicato per 1.035.000 sterline, il prezzo più alto mai raggiunto da un dipinto in una vendita online di Sotheby's.
«Antipodal Reunion» con una sorprendente somiglianza con «Le Bagnanti» di Pablo Picasso del 1918, è un esempio lampante del fatto che l'artista ha adottato lo stile e la tecnica dell'artista spagnolo, che continua ad ispirare la sua opera.
Tra le altre vendite degne di nota: una tela di Yayoi Kusama (lotto n. 11), «Star», 1993 venduta per 237.500 sterline superando le stime comprese tra 150-200.000 sterline, il nuovo record d'asta segnato per l'opera dell'artista iraniano Monir Shahroudy Farmanfarmaian, «Geometry of Hope», un dipinto su vetro specchiato del 1975 (lotto n. 40) venduto per 375mila sterline, valore compreso nelle stime pre-asta tra 300-400.000 sterline. Il dipinto proveniva dalla collezione di Rose Issa, curatrice, scrittrice e produttrice che da oltre 30 anni sostiene l'arte visiva e il cinema mediorientale. Attraverso la curatela di numerose mostre e festival cinematografici, ha fatto conoscere al pubblico occidentale molti artisti diventati stelle della scena internazionale, tra gli altri Ayman Baalbaki, Shadi Ghadirian, Bahman Ghobadi, Hassan Hajjaj, Farhad Moshiri, Abbas Kiarostami, Rashid Koraichi e Nja Mahdaoui. Con una stima compresa tra 15-20.000 sterline (lotto n. 22) «Untitled» opera realizzata da Alex Da Corte nel 2014 ha registrato un prezzo di 37.500 sterline. Un disegno di Yoshitomo Nara (lotto n. 23) «Action Street», 1998 è stato battuto per 75.000 sterline (stime pre-asta 40-60.000 sterline). Interessante l'opera mix media su carta «Untitled» (lotto n. 2) realizzata da Eddie Martinez nel 2016 è stata battuta per 23.750 sterline rispetto alla stima pari a 8-12.000 sterline.
Ha superato oltre due volte la stima massima (stime pre asta 12-18.000 sterline) l'opera «Untitled Anxious Crowd Drawing», realizzata da Rashid Johnson nel 2017 aggiudicata per 47.500 sterline. Ha segnato un prezzo alla stima inferiore una tela del 2010 di Oscar Murillo (lotto n. 59) aggiudicata per 10mila sterline (stime pre asta 10-15.000 sterline).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti