New York

Sotheby’s: tre opere in asta per aiutare la ricerca sul coronavirus

Nell’incanto Modern Art Hong Kong la generosità di un artista e di due benefattori per sostenere tre associazioni cinesi che contrastano l'epidemia

di Maria Adelaide Marchesoni

default onloading pic
2 Pang Jiun Pang Jiun Monet's Garden, 2009 oil on canvas (diptych), 180 x 452 cm Est. US$ 260.000-500.000

Nell’incanto Modern Art Hong Kong la generosità di un artista e di due benefattori per sostenere tre associazioni cinesi che contrastano l'epidemia


2' di lettura

Il coronavirus (COVID-19) ha costretto Sotheby's a trasferire a New York il 16 aprile le aste serali in programma questo mese a Hong Kong al fine di scongiurare gli effetti negativi sul business.
La casa d'aste ha annunciato che in quell'occasione saranno messe in vendita tre opere i cui proventi andranno a sostenere gli sforzi di tre diverse associazioni che sono stati messi in atto per contrastare l'epidemia nella Greater China, una delle regioni più colpite. Le tre opere, che saranno battute durante l'asta serale dedicata a Modern Art Hong Kong il 16 aprile sono un inchiostro su carta del 1998 (40 x 120 cm) dell'artista Chu Teh-Chun «La Lune»,
(38.000-75.000 US$ in asta senza riserva) donato da Tung Ching-Chao, moglie dell'artista, e dalla galleria Espace Nelombos i cui proventi totali della vendita saranno devoluti al progetto di sostegno della Han Hong Love Charity Foundation a Wuhan, la zona più colpita della Cina. Una parte del prezzo di vendita dell'opera «Monet's Garden», 2009, (olio su tela, dittico 180 x 452 cm) dell'artista Pang Jiun (stima 260.000-500.000 US$) andrà a sostenere la ricerca sul coronavirus presso la Facoltà di Medicina LKS dell'Università di Hong Kong . Infine la terza opera, «Source of Hope», 2019 dell'artista Sophie Chang, (olio su tela 116,5 x 91cm, stima 50.000-100.000 US$ in vendita senza riserva) il cui ricavato sarà interamente devoluto al Taiwan Centers for Disease Control a sostegno dei professionisti medici per le forniture essenziali.

Sophie ChangSophie Chang Source of Hope, 2019 oil on canvas, 116.5 x 91cm Est. US$ 50.000-100.000 (To be offered without reserve)

Private Sale
Sotheby's, da quando è passata in mani private non ha più alcun obbligo di comunicazione, ma nonostante ciò in questi giorni ha deciso di comunicare i risultati conseguiti dalla divisione private sale nel 2019 in virtù forse del recente accordo siglato da tre potenti galleristi Pace, Gagosian e Acquavella che si sono associate per vendere la collezione del dopoguerra di Donald B. Marron per 450 milioni di dollari. Nel 2019 le private sale con un ammontare invariato a circa 1 miliardo di dollari la casa d'asta ha confermato il volume del 2018 che, tuttavia, aveva registrato una significativa crescita del 37%. La composizione delle vendite private rimane ancorata nella fascia alta del mercato e al risultato hanno concorso oltre 30 transazioni per un valore compreso tra 55-50 milioni di dollari, di cui circa la metà nel segmento dell'arte contemporanea.

Chu The-Chun Chu Teh-Chun La Lune1998, Ink on paper, 40 x 120 cm Est. US$38.000-75.000 (To be offered without reserve)

Le opere vendute privatamente sono per lo più cedute a un prezzo compreso tra 1 e 5 milioni di dollari e i dieci artisti più venduti per volume negli ultimi tre anni sono stati Jonas Wood, Yayoi Kusama, George Condo, Andy Warhol, Jean-Michel Basquiat, KAWS e Alexander Calder, mentre quelli per valore sono stati Pablo Picasso, Claude Monet, Henri Matisse, Mark Rothko, Fernand Leger, Gerhard Richter e Joan Mitchell.
Inoltre, per gli Old Master, il cui mercato è spinto in gran parte dalla rarefazione e dalla condizioni delle opere, sono stati, a giusta ragione, la categoria più venduta al di fuori del Moderno e del Contemporaneo nelle private sale, in quanto la qualità e la provenienza sono fondamentali per l'apprezzamento del valore dell'opera.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti