DA «BBB-/A-3»

S&P alza il rating dell’Italia a «BBB». È la prima e unica promozione dal 1988

di Redazione Online


default onloading pic
(Bloomberg)

1' di lettura

L’agenzia Standard & Poor's rivede al rialzo il rating dell’Italia a «BBB/A-2» con outlook stabile da «BBB-/A-3» con outlook stabile. «Rivediamo al rialzo il rating dell’Italia per le migliorate prospettive di crescita, sostenute da un aumento degli investimenti e dalla crescita dell’occupazione, ma anche dalla politica monetaria espansiva», si legge nella nota dell’agenzia di rating. L’Italia non riceveva una promozione del suo rating sovrano da una delle principali agenzie internazionali dal 2002. Da Standard & Poor's l’unica promozione per l’Italia risale addirittura al 1988.

Crescita Italia migliora: +1,4% Pil 2017
L’agenzia inoltre rivede al rialzo le stime di crescita per l’Italia a +1,4% quest’anno, rispetto al +0,9% stimato inizialmente, sottolineando che «le riforme portate avanti negli ultimi due anni dalle autorità per risolvere le difficoltà del settore finanziario dovrebbero sostenere i miglioramenti economici in corso». Secondo S&P il governo dovrebbe centrare quest’anno l’obiettivo di un deficit al 2,1% del Pil.

L’incertezza politica del voto può pesare su economia Italia
Standard & Poor's sottolinea «l’incertezza politica legata all’esito delle prossime elezioni generali potrebbe pesare sulla perfomance economica dell’Italia e sulle condizioni del settore finanziario».

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...