0/0Attualita

Sparito nel 1994 il Bambinello dell'Ara Coeli venerato dai romani

Fra le opere d'arte rubate e mai ritrovate c'è anche il Bambinello dell'Ara Coeli, scultura in legno del XV secolo, portata via il 1° febbraio 1994 dal convento dei francescani di “Santa Maria in Aracoeli” di Roma. Il bambinello, fu rubato da due persone entrate dal tetto dalla culla bianca con monili, monete ed ex voto, nell'armadio blindato che da anni lo proteggeva. Si dice fosse realizzato con legno dell'orto di Getsemani, il piccolo uliveto poco fuori la città vecchia di Gerusalemme sul Monte degli Ulivi, nel quale Gesù Cristo, secondo i Vangeli, si ritirò dopo l'Ultima Cena prima di essere tradito da Giuda. Il bambinello è stato uno degli oggetti sacri più venerati dai romani e meta di pellegrinaggi da tutto il mondo. Nel 1800 Alessandro Torlonia mise a disposizione ogni giovedì una carrozza, appartenuta a papa Leone XII, per portare la statuetta ai malati che non potevano andare in chiesa

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti