ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùOPERAZIONI

Sparkasse , l’opa CiviBank supera le aspettative

Questa sera chiude l’offerta pubblica d’acquisto lanciata l’8 aprile sull’istituto friulano. L’ad Calabrò: definiremo insieme un nuovo piano Paolo Paronetto

di Paolo Paronetto

Il cambio della guardia sarà sancito dall’assemblea del 25 maggio

3' di lettura

Ancora poche ore e poi sarà ufficiale: Sparkasse ha conquistato il controllo di CiviBank. Questa sera si chiude infatti l’opa lanciata sull’istituto friulano, partita l’8 aprile e che già la settimana scorsa aveva superato la soglia minima fissata dalla Cassa di risparmio di Bolzano.

Martedì 26 aprile le adesioni erano arrivate al 29,24% del capitale, che sommato al 17,09% già detenuto da Sparkasse portava la quota complessiva oltre il 45%, livello minimo dichiarato ai fini dell’efficacia dell’offerta. Solo due giorni dopo l’istituto altoatesino aveva superato anche il 50%, assicurandosi così la maggioranza assoluta e lasciando presagire un risultato definitivo ben oltre il 55%. Un esito che il presidente Gerhard Brandstätter ha salutato notando che «una grande percentuale di azionisti ha considerato la nostra proposta convincente, avendo fiducia nella costituzione di un gruppo solido che dà garanzie alla territorialità e all’autonomia di CiviBank». L’opa, ha aggiunto di recente, «non ha alcuna intenzione di sottrarre al territorio alcunché. Assieme potremo essere il più grande gruppo autonomo del Nordest e il valore dell’autonomia per noi è centrale». Il cambio della guardia sarà sancito formalmente dall’assemblea del 25 maggio, quando il voto per l’elezione del nuovo cda non potrà che risolversi con l’affermazione della lista presentata da Sparkasse, che indica Alberta Gervasio, attuale a.d. del gruppo Blue Energy, come nuova presidente. Il progetto della Cassa di Bolzano aveva del resto incontrato ben presto buona accoglienza tra i grandi soci della banca di Cividale, che avevano siglato accordi di pre adesione prima dell’avvio del periodo di offerta. La svolta è stata probabilmente la decisione di Friulia, la finanziaria della regione Friuli Venezia Giulia, che il 7 aprile ha deliberato la propria adesione sottolineando che l’opa «si colloca nel solco di quanto accaduto in occasione della trasformazione della banca in società per azioni e dell’aumento di capitale recentemente concluso e in cui Sparkasse ha avuto un ruolo determinante». Per la finanziaria si è quindi trattata di un’evoluzione naturale, dopo che la Cassa di Bolzano aveva contribuito al successo dell’ultima ricapitalizzazione salendo al 17% dalla quota iniziale inferiore al 10%.

Loading...

L’operazione, secondo Friulia, «consentirà di mantenere una cultura del fare banca legata al territorio di appartenenza e un legame costante con privati e imprese», mentre «eventuali progettualità concorrenti non hanno mai avuto contorni definiti». Una presa di posizione certo non gradita dagli attuali vertici della banca friulana, che avevano fin da subito dichiarato l’offerta «ostile» e insufficiente dal punto di vista economico, secondo i quali Friulia ha pensato solo a «realizzare i 440mila euro di plusvalenza per rimpinguare il proprio bilancio», senza cogliere «l’occasione di schierarsi a difesa dell’unica banca regionale rimasta autonoma».

Schermaglie che sono comunque ormai alle spalle, se si esclude la potenziale coda delle azioni legali e dell’esposto alla Consob presentati dalla banca friulana, così come le polemiche sulla reale adesione da parte dei piccoli soci storici. Nel futuro c’è l’integrazione industriale tra le due banche: «Il piano industriale 2021-23 di CiviBank è ottimo - aveva spiegato l’a.d. di Sparkasse Nicola Calabrò -, ma in caso di riuscita della nostra opa sarà solo un punto di partenza. Siamo pronti a confrontarci con il management della banca per definire insieme obiettivi sfidanti di crescita e redigere un nuovo e più ambizioso piano industriale».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti