Gruppo Renault

Spazio e convenienza formato famiglia per il crossover a sette posti Dacia Jogger

Il nuovo modello della marca rumena punta sulla sostenibilità economica: bassi costi di acquisto e di gestione.Offre una capacità di carico record. Niente diesel ma una versione Gpl con 1.000 km di autonomia per ridurre le spese di carburante

di Simonluca Pini

Sostanza. Dacia Jogger è un crossover nel vero senso della parola: un incrocio, appunto, tra una station wagon e un suv. Lo stile è aderente agli stilemi del nuovo corso della marca rumena. La dotazione tecnologica ha quello che serve e si apprezza l'integrazione con lo smartphone per il quale è previsto un supporto ad hoc

3' di lettura

Un crossover con sette posti veri, lungo poco più di quattro metri e mezzo, venduto a meno di 15.000 euro. Impossibile? No, se si parla della nuova Dacia Jogger. Il marchio rumeno comprato da Renault nel 1999, capace in 23 anni di passare dallo status di low cost a quello di costruttore apprezzato per l’ottimo rapporto qualità prezzo, con il nuovo crossover punta a entrare nel segmento C-Suv offrendo un modello praticamente senza concorrenti. Realizzata partendo dalla piattaforma Cmf-B, la stessa usata per l’ultima generazione di Renault Clio, Captur e Dacia Sandero, dice addio al diesel in gamma e punta su due motorizzazioni benzina Tce da 110 cv e Gpl da 100 cv in grado quest’ultima di assicurare un’autonomia complessiva superiore ai 1000 chilometri. Entro il prossimo anno arriverà anche una versione full hybrid, abbinata probabilmente alla trasmissione automatica.

Punto di forza della Jogger è la versatilità, grazie ad una serie di soluzioni pensate per sfruttare ogni centimetro dell’abitacolo a partire dai sedili con disposizione ad anfiteatro con la terza fila più alta di tutte per assicurare il massimo comfort.

Loading...

Proposta nelle versioni a 5 e 7 posti, è offerta in quattro livelli di allestimenti (Essential, Comfort, Extreme e Extreme Up) e sei colorazioni.

Sul fronte della connettività si va dal Media Control comandato o meno da smartphone, al Media Display con touchscreen da 8 pollici e al Media Nav con navigazione e funzione Smartphone Replication e WiFi. Media Control ha due altoparlanti, una docking station per lo smartphone integrata nella plancia, connessioni Bluetooth e Usb, comandi al volante e visualizzazione delle informazioni radio sul display digitale da 3,5 pollici. Connesso allo smartphone o alla App gratuita Dacia Media Control può utilizzare le funzioni di guida tramite le applicazioni Gps del telefono, oltre al riconoscimento vocale di Siri o Android. Con Media Display gli altoparlanti diventano quattro, è presente una presa Usb, la plancia presenta un grande touchscreen da 8 pollici. L’interfaccia offre la connettività Bluetooth ed è compatibile con i sistemi Apple CarPlay e Android Auto. Un’inedita icona Auto permette di accedere ai settaggi di alcuni dispositivi di assistenza alla guida. Infine, con Media Nav presente sulla versione provata, la Jogger si arricchisce della navigazione a bordo e della connettività wireless per Apple CarPlay ed Android Auto.

Vero punto di forza arriva dalla capacità di carico, con la versione a 5 porte che parte da 708 litri e la versione a 7 posti da 160 litri con tutti i sedili montati. Grazie all’altezza di carico di 661 mm e alla lunghezza del pianale del bagagliaio di 1.150 mm, si può tranquillamente trasportare un passeggino abbattendo esclusivamente uno dei due sedili della terza fila. Complessivamente il vano di carico, con i soli sedili anteriori, assicura una lunghezza di 2 metri una larghezza di 1 metro. Passando alla prova su strada, al volante della Jogger Eco-G in versione 7 posti, si ha la conferma del grande lavoro fatto per offrire una vettura dalla grande funzionalità ad un prezzo estremamente concorrenziale. Grazie al peso contenuto della vettura soli 1.223 kg, il crossover rumeno mostra un buon brio anche nei tratti in salita dell’entroterra francese. Buone notizie sul fronte della dinamica, merito della piattaforma Cmf-B dell’Alleanza e della giusta taratura dell’assetto, e anche al capitolo insonorizzazione. Il vero valore aggiunto arriva naturalmente dallo spazio a disposizione, con i posti in terza fila in grado di accogliere comodamente persone alte fino a 1,80 metri. Passando alla dotazione Adas troviamo un equipaggiamento essenziale composto da frenata automatica, cruise control non adattivo, sensore di angolo morto e assistenza al parcheggio e alle partenze in salita. Da rivedere invece i sedili anteriori, non tra i più confortevoli sulle lunghe distanze.

Passando ai prezzi il listino parte da 14.650 euro per la versione 5 posti Essential con motorizzazione a Gpl, mentre il benzina da parte da quasi 15mila 0 euro. La versione provata in allestimento Extreme Up è commercializzata a 17.600 euro e comprende accessori come la videocamera posteriore, il climatizzatore automatico e la chiave keyless entry.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti