ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLanciatori spaziali europei

Spazio: Israel (Arianespace), entro 2022 lanci inaugurali per Vega C e Ariane 6

Il volo inaugurale di Vega C è previsto a giugno mentre, per quanto riguarda Ariane 6, ha aggiunt Israel «ci sono passi importanti da compiere e il loro superamento permetterà di prevedere il volo inaugurale per la fine del 2022»

Un’immagine del lancio di Vega (foto Epa)

2' di lettura

I voli inaugurali dei nuovi lanciatori di ArianeSpace, Ariane 6 e Vega C, ci saranno entro la fine del 2022. Lo ha anticipato Stéphane Israël, l’amministratore delegato di Arianespace SAS, l’azienda leader mondiale nei servizi di lancio, nel corso di un incontro con la stampa a Roma che si è svolto mercoledì 11 maggio.

Nel dettaglio il volo inaugurale di Vega C è previsto a giugno mentre, per quanto riguarda Ariane 6, ha aggiunt Israel «ci sono passi importanti da compiere e il loro superamento permetterà di prevedere il volo inaugurale per la fine del 2022». Israel ha anche ricordato come il 22 giugno da Kourou, in Guyana, partirà il primo Ariane 5 dell’anno, chiamato VA257, che metterà in orbita due satelliti geostazionari per telecomunicazioni, MEASAT-3d e GSAT-24.

Loading...

Per Vega C e Ariane 6 un mercato potenziale di 3,35 miliardi

Israël ha fatto il punto sul mercato totale accessibile ogni anno per i lanciatori spaziali europei, un settore trainato dalle grandi costellazioni satellitari commerciali come Kuiper, OneWeb e Starlink. Il mercato vale 3,35 miliardi di dollari. «In questi anni il settore spaziale è molto cresciuto - ha spiegato -, con nuovi attori e nuovi grandi progetti e una crescita del numero dei satelliti che ha portato - ha detto Israël - a una crescita del mercato accessibile ad Arianespace dai 2 miliardi di dollari l’anno nel periodo 2011-2020 a una stima di 3,35 miliardi nel periodo 2021-2030».

Trainano la crescita le nuove grandi costellazioni dei satelliti privati

A trainare la crescita sono state in particolare le nuove grandi costellazioni dei satelliti privati come Starlink, lanciate da SpaceX, OneWeb e la più recente Kuiper, la rete di connessioni internet satellitare di Amazon, che rappresentano ben 1,7 miliardi di dollari di mercato. Proprio con Amazon il gruppo francese ha siglato un accordo per 18 degli 83 lanci totali. «Considerando la domanda e la competitività dei nostri lanciatori - ha detto Israël - potremmo avere bisogno di aumentare la cadenza annuale fino a 15 lanci di Ariane 6 e a 6 lanci di Vega C».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti