ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPolitecnico di Milano

Spesa a 2 miliardi (+8%) nel lungo week end del black friday e cyber monday

I commercianti puntano a garantire ai clienti la stessa esperienza di qualità sia in punto vendita che sui propri canali digitali mentre i pure player come Amazon tentano la via dell’offline

di Enrico Netti

(ANSA)

2' di lettura

Una spesa di 2 miliardi con un +8% sul 2021. Ecco quanto spenderanno online gli italiani tra black friday e cyber monday secondo le previsioni dell’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano. Tra la corsa dell’inflazione e il ritorno alla piena attività dei negozi fisici quest’anno gli acquisti online tra il 25 e il 28 novembre cresceranno solo del +8% rispetto al 2021, dopo un tasso medio di crescita negli ultimi cinque anni del +23%. Tra i prodotti più acquistati ci saranno i capi d’abbigliamento, prodotti di elettronica e informatica, articoli per la casa e giocattoli oltre a profumi, prodotti per la cura della persona e gioielli. Balza all’occhio come ormai novembre sia il mese del black friday con campagne promozionali che durano settimane. La tendenza, già rilevata negli ultimi due anni, è anzi quella di estendere la durata degli sconti, amplificando di fatto la portata di questi eventi attraverso la calendarizzazione di alcuni appuntamenti distribuiti tra novembre e dicembre o di un intero mese di ribassi. «L’obiettivo è duplice: cercare di raggiungere una base utenti più ampia possibile e provare a spalmare gli acquisti e la conseguente distribuzione dei prodotti su un periodo più lungo per evitare sovraccarichi e congestioni della rete a ridosso del Natale» spiega Valentina Pontiggia, direttrice dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm - Politecnico di Milano -. Nonostante questo tentativo, sarà possibile sostenere il ritmo di questo periodo di stress solo attraverso interventi straordinari e, soprattutto, attraverso il ricorso a personale stagionale. Nei processi di back-end, in primis logistica e customer care, la forza lavoro nei mesi di novembre e dicembre viene incrementata anche del +40%». Insomma tra campagne promozionali, sconti su determinati prodotti o su tutti con la spedizione gratuita i retailers cercano di attirare i clienti. «Ciò che distingue il periodo di black friday nel 2022 è la volontà di fidelizzare maggiormente il consumatore e di instaurare una relazione omnicanale - continua Valentina Pontiggia -. Da un lato alcuni retailer mirano a garantire ai clienti la stessa esperienza di qualità sia in punto vendita che sui propri canali digitali, dall’altro i pure player, grazie alla ripresa delle attività e degli eventi in presenza, tentano la via dell’offline tramite la sperimentazione di pop up store nei centri urbani e l’apertura di angoli dedicati all’interno di grandi negozi».

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti