videogames

Videogames: sporco, analogico e degenerato. Ecco il futuro in Cyberpunk 2077

Abbiamo provato su Pc il gioco più atteso di questo Natale. Di certo il gioco di ruolo più ambizioso di sempre

di Luca Tremolada

6' di lettura

Otto anni di attesa, tre rinvii e poi le accuse di straordinari selvaggi dei dipendenti: Cyberpunk 2077 è il più ambizioso e controverso videogioco della storia. Uscirà il 10 dicembre per Playstation PC, Stadia, e Xbox. Lo abbiamo provato in anteprima su Pc vi possiamo dire che siamo di fronte a una opera videoludica senza precedenti, non perfetta ma progettata per tenere inchiodati i giocatori per decine di ore dentro al più sbalorditiva universo narrativo mai progettato. Mettetevi comodi prima di leggere queste prime impressioni del gioco perché c'è molto da dire. A partire dalla incredibile città all’interno del quale è ambientato.

Cyvberpunk 2077 - Cd Projeckt Red

Dentro a Night City

Night City non è la copia della Los Angeles glamour e reotrofuturistica di Blade Runner. Dentro ci sono frammenti al neon di Tokyo di notte, lo sguardo degenerato di Strange Days e il giudizio violento sulle disuguaglianze sociali della letteratura cyberpunk. C'è un pezzo dell'immaginario letterario di Richard Morgan (Altered Carbon), Masamune Shirow (Ghost in the shell) e William Gibson (Neuromante). C'è lo scheletro del complesso gioco da tavolo di Mike Pondsmith a cui Cyberpunk 2077. Ma soprattutto c'è la scommessa vinta di rendere davvero giocabile un universo immaginifico amatissimo dai videogiocatori. Risolti i numerosi bug di queste prime versioni del gioco resta invece tutta da dimostrare la capacità di mettere a terra questo ambiziosissimo progetto videoludico. La casa di sviluppo polacca con questo titolo si candida a lasciarsi alle spalle giganti del settore come Rockstar e Ubisoft.

Loading...

Le prime impressioni

Sfrecci in moto con suoni synthwave nelle orecchie e innesti nel tuo corpo che ti rendono diverso e migliore. L'esplorazione della megalopoli è confondersi nella folla di un Luna Park distopico che come una palla di Natale cristallizza un futuro analogico e degenerato popolato da corpi violanti e potenzialità da metallo e digitale. Night City è abbacinante nel suo volere essere una antologia di citazioni cyberpunk. Nulla di veramente originale ma tutto curato con uno stile per il dettaglio che raramente troviamo anche nelle grandi produzioni di videogiochi.

Le immagini del gioco

Le immagini del gioco

Photogallery6 foto

Visualizza

In Cyberpunk è tutto violentemente grande.

La mappa che comprende anche numerose altre zone periferiche, come le Badlands ha una estensione che pare il doppio di quella di GtaV. Per la prima volta viene introdotta una verticalità nell'esplorazione degli ambienti, gli interni sono curati e claustrofobici, gli incroci delle strade svelano scorgi che promettono mistero e avventura. Cyberpunk è davvero il primo gioco dove perdersi è inevitabile e auspicabile. Secondo le prime stime, per completare la missione principale, quelle secondarie e intrattenersi come si deve nella vita di Night City ci potrebbero volere più di cento ore.

La storia.

Nel 2077 il mondo ha raggiunto la singolarità tecnologica, la popolazione è divisa in classi sociali e gli Stati Uniti d'America in bancarotta sono balcanizzati, preda di mega-corporations e di bande di delinquenti e hacker. Dopo bombardamenti nucleari, attentati e carestie è una terra contesa e senza speranza. Noi siamo V, siamo un mercenario messi sotto contratto per rubare il bio-chip dell'immortalità. Entrerà nelle nostra testa, scopriremo la verità e da lì tutto sarà più chiaro.

Il trailer in italiano che illustra alcuni aspetti del gameplay di Cyberpunk 2077

Cyberpunk 2077 è il suo gameplay.

Cyberpunk 277 è un un gioco di ruolo in prima persona. Non è un Grand Theft Auto V, non è un adventure e neppure uno shooter in prima persona dove però si aprono anche cassetti e si attivano dispositivi. La componente Gdr che è una semplificazione rispetto al gioco da tavolo di PondSmith stravolge le precedenti declinazioni di open world. La modellazione del personaggio non è accessoria. V, il nostro alter ego è espressione delle statistiche (costituzione, i riflessi, le conoscenze tecnologiche, l'intelligenza) e vive delle scelte del giocatore. Quanto alle classi non ci sono gabbie pre-costituite, possiamo iniziare nei panni di un ragazzo di strada, di un nomade o di un impiegato della corporation Arasaka. Nella prova ho scelto di essere un essere un ex corporativo con abilità da netrunner in grado di violare gli impianti avversari e costringere i nemici a spararsi da solo. Da segnalare a questo proposito la particolare cura assegnata al sistema di abilità con cui potremo potenziare le armi bianche o le pistole, l'abilità nell'hacking o la forza, i riflessi o la capacità di muoversi silenziosamente. Gli innesti, i bracci idraulici, gli impianti cibernetici oltre a esser un denominatore comune del genere cyberpunk hanno trovato nella scrittura dei polacchi un punto di atterraggio nelle meccaniche di gioco davvero divertente. Cyberpunk poi è davvero uno gioco di giochi, le missioni secondari sono punti di luci su un ecosistema di genere quasi pitturato nel suo volere essere un luogo di fuga e redenzione sociale. Il design del mondo di gioco. Dalle auto alla moda, la varietà delle armi è impressionante. L'estetica di Cyberpunk 2077 è analogica, sporca lontana dall'idea di futuro digitale dell'era del web. Le auto rievocano gli anni d'oro del design. Se cercate qualcosa di davvero originale dovete guardare nella concezione del potenziamento dell'uomo. Gli innesti, il punk, il metallo nelle carni, l'idea di un uomo-macchina che sfida le leggi delle società è il filo invisibile che sembra avere mosso il disegno dello stile del gioco.

Kany Reeves è la sorpresa.

Johnny Silverhand, il personaggio interpretato da Keanu Reeves, un rocker ribelle che punta a sovvertire l'ordine costituito e che ha trasferito la sua coscienza in un chip che, ovviamente, è finito nella testa di V. Il rapporto con lui non è banale e accessorio. Kanu Reeves che è forse l'ultima icona credibile per la generazione dei gamers interpreta un fantasma psicotico che guida V per tutto il gioco. Un Virgilio in canottiera nera e occhiali a specchio che sarà la nostra unica certezza nel caos primordiale stratificato di Night City. Per usare una iperbole Johnny è il terrorista nichilista che tutti i giocatori di shooter hanno voluto come amico.

Cosa ci è piaciuto.

Le performance vocali dei personaggi sono sorprendenti. Come detto Cyberpunk non è un gioco leggerone leggerone dove salti, spari e corri. I dialoghi, la storia i personaggi sono il codice genertico dei giochi di Cd Prokeckt Red, una casa di sviluppo europea anche nel modo di intendere la profondità delle storie. Non troverete la profondità di The Last of Us: part 2 ma subirete il fascino narrativo di uno storia poco cinematografica ma molto videoludica. Nella prova non ho mai avuto la tentazione a saltare o a velocizzare i dialoghi per passare all'azione e questo è sì merito della scrittura ma anche dell'impatto visivo del dialogo. Nel gioco poi è fortissimo il giudizio sociale: la braindance che è la droga delle classi povere che possono per esempio riviviere le memorie dei vip e fuggire dalla loro miseria è forse la metafora più credibile della società contro cui vi scontrerete.

Cyberpunk 2077 – Trailer di lancio

Cosa non ci è piaciuto.

Su Pc hai gli effetti che verranno sbloccati più avanti sulle console di prossima generazione. Vuole dire ray tracing e più dettagli. Nella prova è tutto girato bene nonostante i numerosissimi bug che però verranno risolto. Solo in un paio di casi abbiamo dovuto riavviare. Peraltro per ray tracing serve una scheda Nvida (niente Amd per ora ma il supporto arriverà). Quanto alle console anche su Ps5 e Xbox Series X servirà ancora tempo per avere tutti gli effetti che il gioco merita. Quindi nulla al lancio. Come hanno annunciato, l'aggiornamento arriverà nel 2021.

La scommessa di Cd Prokekt Red.

Per la polacca Cd Projekt RED che aveva già sorpreso il mercato con un capolavoro (di critica e di pubblica) come The Witcher 3: Wild Hunt, Cyberpunk è un all-in. Il gioco vanta uno dei budget più costosi della storia (314 milioni di dollari, pare) superiore a fenomeni fuori scala come Gta V di Rockstar, Red Dead Redemption 2 e The Last Of Us: Part 2. Il gioco peraltro è in italiano, un investimento di non poco conto e un atto di fiducia verso il nostro mercato che non eccelle per consumo videoludico, almeno in Europa. Secondo alcuni analisti potrebbe finire per vendere 21 milioni di copie già solo entro la fine del 2020. Quello che sarà però la vera sfida, il gioco nel gioco, è capire se una azienda polacca intorno a cui il Governo del suo Paese ha costruito una industria sarà in grado di diventare il più grande editore e sviuppatore di videogiochi. La partita è ambiziosa, quanto il gioco.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti