Sport24

Scherma con spada laser, dote di 16mila euro per aprire una scuola

  • Abbonati
  • Accedi
Nuove frontiere

Scherma con spada laser, dote di 16mila euro per aprire una scuola

Lunedì 15 aprile 2019 prenderà il via ufficialmente il concorso LudoSport business contest per aprire una nuova scuola di scherma con spada laser in Italia.

In premio ci sono 16mila euro di finanziamento per l'apertura in franchising di una nuova sede dell’innovativo sport “Made in Italy”, già esportato in diversi Paesi.

Organizzato dal network LudoSport international, franchising internazionale del Light Saber combat sportivo (o scherma con spada laser), il concorso premierà chi proporrà il miglior piano di business per l'avviamento di una nuova sede LudoSport.

In palio per la migliore proposta è previsto proditti e servizi del valore di 16mila euro per avviare l'attività.

Il finanziamento prevede:
- la quota d'ingresso nel franchising;
- la formazione tecnico-sportiva alla Scuola internazionale superiore (Sis);
- la fornitura di 21 spade laser da combattimento;
- 14 uniformi ufficiali;
- il servizio pubblicitario per l'opening della nuova sede.

La partecipazione è libera, i requisiti richiesti per l'apertura della nuova scuola sono una distanza minima di 50 chilometri da qualsiasi sede LudoSport su territorio italiano e la disponibilità a investire 5mila euro in attività di comunicazione nei primi 12 mesi.

La chiusura del contest è prevista per il 10 maggio 2019.

Per partecipare è necessario proporre il proprio business plan attraverso l'utilizzo dell'apposito form.

Che cos’è il Light saber combat
Nasce a Milano, nel 2006, quando viene creata LudoSport, la prima associazione sportiva dedicata esclusivamente a questa disciplina. Associata alla Uisp LudoSport si diffonde a Roma, Torino, Bologna, Genova e Caserta. Dopo pochi anni approda all'estero, passando per Inghilterra, Spagna, Francia, Svezia e arrivando fino agli Stati Uniti. Oggi il network è presente in 10 Paesi e in più di 50 diverse città, con oltre 2.500 allievi registrati che si allenano, si confrontano e scalano le classifiche internazionali in sfide e tornei.

Questo innovativo sport dove uomini e donne competono nella stessa arena nasce dall'idea di Gianluca Longo e Simone Spreafico, founders di LudoSport, che negli anni hanno codificato le tecniche schermistiche adatte a uno strumento sportivo unico.

Gli stili
Nove originali stili di combattimento differenti, ma tra loro complementari, che spaziano dalla spada singola fino alle due spade, passando anche al bastone a doppia lama.

Come un'arte marziale la disciplina si fonda su dei valori riassunti nell'acronimo “Securi – Servizio, cura, rispetto”, che sono riconosciuti in tutte le sedi sparse per il mondo e rappresentativi della filosofia del Light saber combat sportivo.

Può essere praticata senza bisogno di armature o protezioni.

Il franchising
Per far fronte alla maggiore richiesta di sedi, dal 2014 LudoSport si configura come start-up autofinanziata e si struttura in forma di franchising. Il format è reso flessibile e si rivolge non solo a chi vuole creare una nuova attività sportiva, ma anche a chi cerca un modo diverso per variegare la propria offerta esistente.

Il suo fatturato dai 100mila euro del 2014 è salito ai 500mila euro del 2017e. A oggi nel mondo conta 22 accademie tra Italia, Europa e Usa, 3 accademie di proprietà e oltre 200 istruttori formati che insegnano regolarmente nelle rispettive scuole.

Il potenziale mercato
Il mercato europeo è composto all'incirca da 448 milioni di persone, di cui 259 milioni praticano sport con costanza a livello più o meno agonistico e 189 milioni che praticano sport occasionalmente o sporadicamente (dati Istat dicembre 2017): secondo una recente ricerca di mercato, unendo i fattori di interesse sportivi e favolistici che insieme caratterizzano LudoSport, il suo addressable market è stimato per 39 milioni di persone sul solo territorio europeo e da quando la Light Saber è stata riconosciuta come “arma sportiva” all'estero è destinato ad aumentare.

Il target
La chiave del successo di LudoSport consiste proprio nella sua ecletticità: un format capace non solo di coinvolgere chi pratica sport con costanza ed è già attratto da discipline schermistiche o di combattimento, ma in grado di creare un forte engagement anche in chi è appassionato di fantascienza e fantasy, pratica sport occasionalmente o è in cerca di un'attività ricreativa originale.

Divertimento, realismo dei combattimenti e pratica sportiva costante uniscono questi aspetti e spingono verso la creazione di una community, quindi di nuove amicizie con cui si condividono viaggi, partecipazioni alle competizioni organizzate nelle diverse nazioni e occasioni per divertirsi in qualsiasi parte del mondo si trovi LudoSport: un altro aspetto che contribuisce ad aumentare l'interesse di un pubblico sempre più ampio.

© Riproduzione riservata