ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSettore Oil

Sprint dei petroliferi a Piazza Affari, Eni sui massimi 2021

I titoli del Cane a Sei Zampe guidano al rialzo il Ftse Mib insieme a Saipem e Tenaris

di Flavia Carletti

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Petroliferi sotto i riflettori a Piazza Affari. I titoli del comparto guidano al rialzo il FTSE MIB con Eni sui massimi del 2021. Le azioni del Cane a Sei Zampe hanno toccato un massimo intraday a 12,752 euro. Il precedente massimo di Eni in chiusura è di venerdì 29 ottobre a 12,404 euro (+1,97%), giorno in cui ha presentato i risultati del terzo trimestre dell'anno. Eni ha chiuso il periodo con un utile netto adjusted di 1,43 miliardi di euro, battendo le attese degli analisti: il consensus era di 1,08 miliardi di euro. Sopra le stime anche l'ebit adjusted, pari a 2,49 miliardi di euro. Alla luce dei conti, gli analisti di Ubs hanno confermato il giudizio "Buy" e il target di prezzo a 13 euro.

Saipem tenta il recupero dopo il -15% della scorsa ottava

Eni si muove in testa al segmento principale di Milano insieme con Saipem e Tenaris, quando il prezzo del petrolio è in leggero rialzo dopo un avvio debole: il contratto consegna Gennaio sul Brent sale dello 0,76% a 84,34 dollari al barile e quello scadenza Dicembre sul Wti dello 0,36% a 83,87 dollari al barile. I titoli oil in Italia fanno meglio che nel resto d'Europa: alla Borsa di Parigi Total guadagna lo 0,65% e TechnipFmc lo 0,12% e a Madrid Repsol lo 0,56 per cento. Nella seduta di oggi Saipem tenta un parziale recupero dopo la pesante performance negativa della scorsa settimana: ha registrato la peggiore performance del Ftse Mib, segnando una flessione del 14,96 per cento.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti