ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùChip

St svetta sul Ftse Mib dopo l'indicazione target al 2025-27

Il gruppo si aspetta di raggiungere ricavi di almeno 20 miliardi di dollari (rispetto alla stima 2022 di 14,8-15,3 miliardi)

di Chiara Di Cristofaro

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - St in controtendenza sul Ftse Mib dopo l'indicazione degli obiettivi nel medio termine (superiori al consensus degli ananlisti), nel giorno del Capital market Day a Parigi. Il titolo Stmicroelectronics è in testa al segmento principale di Piazza Affari (FTSE MIB) con i tech sotto pressione in Europa (-2% l'Eurostoxx di settore). Il titolo del gruppo italofrancese è il migliore della seduta anche a Parigi con un progresso del 2,8 per cento. Positiva la reazione degli analisti, che sottolineano come gli obiettivi siano «significativamente» superiori alle previsioni, anche se alcuni mettono in evidenza che i target dell'anno in corso sono stati invece confermati. L'amministrarore delegato Jean-Marc Chery ha detto infatti: «Per l’anno in corso, siamo in linea per raggiungere i target sul fatturato, con circa 15 miliardi di dollari di ricavi» (per il 2022 è stato fissato un target per un fatturato tra 14,8 e 15,3 miliardi di dollari). Gli analisti di Intesa Sanpaolo sottolineano un «piccolo disappunto per la mancata revisione del fatturato 2022, più che compensata però dalle solide prospettive sulle ambizioni di medio termine di profittabilità e crescita. Restiamo positivi sulle azioni», con un giudizio 'buy' e target price a 51 euro.

Per il 2025-2027 atteso un fatturato di almeno 20 miliardi $

In dettaglio, St per il periodo 2025-27, con una ipotesi di cambio euro/dollaro a 1,12, si aspetta un fatturato di almeno 20 miliardi di dollari (rispetto alla stima 2022 di 14,8-15,3 mld). Equita (che ha rating hold con target a 42 euro) prevede un range di 17,5 mld (2025) - 19,6 mld (2027). La stima di margine lordo è del 50% (46% la previsione 2022), l'Ebit margin superiore al 30% (24-26% al 2022) con un Ebit maggiore di 6 miliardi. Il free cash flow è previsto superiore al 25% (oltre i 5 mld dollari). «Ipotizzando che gli obiettivi vengano centrati nel 2026 - dicono gli analisti di Equita - questi sarebbero circa il 10% sopra le attese a livello di vendite ed il 50% circa a livello di Ebit e oltre il 50% sul FCF (anche se qui riteniamo che l`ipotesi sia di steady state)».

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti