tlc

Sta arrivando il 5G, ecco come cambierà il lavoro in azienda

di Alessandro Longo


default onloading pic
AGF

4' di lettura

Controllo di robot nella logistica, flotte di camion che si guidano da sole, reti di sensori gestite con efficienza e visori di realtà aumentata per intervenire sugli impianti. Ma anche banalmente connessioni ultraveloci in ufficio in zone suburbane, dove la fibra non arriva.

Sono queste le novità che il 5G potrà portare nel lavoro aziendale: quindi porterà servizi innovativi che finora non sono stati fattibili e, grazie al wireless, estenderà un uso evoluto di internet anche tra le pmi che, per motivi di copertura di rete, finora ne erano rimasti esclusi.

Altre notizie:
•Tariffe e servizi 5G, ecco le offerte di Tim e Vodafone;
•Ericsson, dalla Svezia la sfida europea al 5G made in China;
•5G, ecco come potrebbe cambiare la nostra vita.

Le caratteristiche del 5G utili per le aziende
Il tutto per le caratteristiche tecniche del 5G, che per le aziende si applicano in modo più ampio e diversificato rispetto all'uso residenziale. Sono in gioco infatti tre tecnologie 5G: enhanced Mobile Broadband (eMBB), per raggiungere velocità di trasmissione dei dati fino a 20 Gbps e migliorare la copertura; massive Machine Type Communications (mMTC), per migliorare la copertura indoor e connettere centinaia di migliaia di dispositivi internet delle cose (sensori industriali per esempio) per chilometro quadrato.

Ultra-Reliable Low Latency Communications (URLLC), che ha bassissima latenza, utile per le applicazioni critiche di tipo industriale. Questo si abbina al network slicing, la possibilità di creare una fetta di rete con qualità di banda dedicata, a specifici servizi. È l'alba di reti mobili 5G ad hoc per specifiche aziende, che potranno usarla in autonomia come se fossero operatori telefonici.

Robotica industriale, logistica, veicoli autonomi
Il primo ambito che viene innovato, in questo modo, è quello della robotica industriale e soprattutto della logistica. Con il 5G le aziende possono rendere ‘wireless' le linee di produzione, che adesso sono cablate con reti ethernet.

Questo semplifica il lavoro e l'interazione uomo macchina. Inoltre, i robot e macchinari connessi a una rete 5G possono capire, con i sensori, l'ambiente circostante e fornire dati in tempo reale ed essere soggetti a una tele-manutenzione più efficiente. Questo può essere fatto certo con altre tecnologie wireless, ma il 5G permette maggiore efficienza complessiva nella gestione di un grande numero di oggetti in contemporanea.

Qualche esempio: la spagnola Asti Mobile ha un robot mobile con intelligenza e storage nella cloud, a cui è connesso via 5G. MTel ha mostrato in Bulgaria servizi di realtà virtuale in 4K connessi a robot connessi su 5G, per la gestione remota da parte di personale umano.

In Italia Tim e la torinese Comau (che produce robot industriali) stanno sviluppando un progetto in tal senso. Idem Estra, insieme all'Università di Firenze e al polo Universitario della città di Prato (PIN), con Wind 3, per la raccolta dati da macchine industriali.

Tim e Olivetti riferiscono di stare lavorando a una piattaforma per veicoli industriali a guida autonoma «che si occupano dello spostamento di merci/semilavorati, collegati in rete, con latenze minime possono inviare informazioni e ricevere nuove istruzioni di lavoro, spostando buona parte della capacità di elaborazione nella cloud robotics.

Ovviamente saranno sempre dotati di strumenti a bordo a scopo di sicurezza e posizionamento tramite GPS+rete mobile+ tecniche di ottimizzazione (che porta a precisioni dell'ordine dei cm), ma, dotandoli di sensori, radar e videocamere collegate in rete e sfruttando la capacità di elaborazione in cloud, saranno in grado di migliorare le proprie performance e la sicurezza nel trasporto oltre che di fornire dati/immagini/video utili per mantenere sotto controllo lo stabilimento produttivo».

Sempre nella sensoristica per il telecontrollo industriale si possono usare videocamere ad altissima definizione, video analytics (per rilevare anomalie in automatico), su rete 5G. E' un progetto a cui lavorano Telia, Nokia e Intel in Finlandia.

Nella logistica un esempio notevole è il porto di Amburgo (progetto Nokia e Deutsche Telekom) per dotare di sensori i container e i veicoli autonomi, il tutto in un sistema connesso in 5G.

I veicoli autonomi possono essere anche flotte di camion di trasporto merci. Collegati in 5G per favorire l'intelligenza di guida autonomia. Li sta sperimentando Ericsson in Svezia con il produttore Scania.

Realtà aumentata
Non solo robot e macchine autonome. “Il 5G migliorerà anche il lavoro degli umani in fabbrica, che così continueranno ad avere un ruolo”, rassicura Lorenzo Principali, analista di I-Com. “Si pensa a visori o piattaforme di realtà aumentata, per esempio per monitorare processi e flussi di produzione, fare training degli operati.

O anche guidare interventi da remoto per operazioni di manutenzione o riparazione guasti”, spiega. Per esempio, occhiali di realtà aumentata che mostrano all'utente, in sovra impressione, cosa riparare nell'impianto o nell'apparato. Oppure visori che permettono di controllare a distanza lo stato di un cantiere, con visuale 3D immersiva (senza più bisogno di viaggiare sul posto).

Banda gigabit a tutti
Infine, la banda ultra larga 5G può dare alcuni gigabit al secondo laddove non arriva la fibra, in zone sub urbane (ci lavorano già Vodafone e Fastweb per un lancio a breve nei dintorni di Milano). Grazie a tecnologie fixed wireless. Utili, sì, anche in ambito residenziale, ma che in Italia potranno essere importanti per le tante pmi (e distretti industriali) collocati in aree periferiche, dove spesso arriva solo la fibra misto rame (Vdsl2 a 200 Mbps massimo). Uno studio di EY, nell'ambito dell'Osservatorio

Ultrabroadband, mostra come ben 7.000 aree industriali su 11.000 censite non sono coperte da fibra ottica, mentre 1.700 nemmeno dalla normale banda larga. Con il 5G tutte le pmi potranno entrare nell'era della vera banda ultralarga. E dei tanti servizi ormai non certo più innovativi, ma a loro ancora preclusi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...