ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCassazione

È stalking fermare i passanti per parlare male della famiglia «nemica»

Lo stalker si metteva davanti al negozio di una sua parente e informava i passanti di quanto mascalzoni fossero i familiari con i quali aveva contrasti per questioni di interesse

di Patrizia Maciocchi

Violenza donne, cautela su Signal For Help: non va bene per tutte

1' di lettura

Un modo di esercitare il diritto di critica che la stessa Suprema corte considera eccentrico, e che finisce per diventare un reato. Lo stalker si metteva davanti al negozio della sua parente e informava i passanti di quanto mascalzoni fossero i familiari, con i quali aveva in sospeso questioni di interesse che non riusciva a risolvere. La Cassazione (sentenza 15262) respinge il ricorso contro la condanna per stalking di un uomo, classe ’56, secondo il quale la sua condotta doveva considerarsi scriminata in base all’articolo 51 del Codice penale, che lascia impunito chi agisce in nome di un diritto.

Escluso il diritto di critica

Nello specifico il diritto invocato era quello di critica. Una giustificazione che la Suprema corte considera pacificamente esclusa «quando la condotta trasmodi nella lesione di altri interessi costituzionalmente garantiti, dovendo tenersi conto del tenore del linguaggio utilizzato, dell’eccentricità delle modalità di esercizio del diritto di critica».

Loading...

Lo show del sabato pomeriggio

Effettivamente il canale prescelto per denigrare la cugina e l’intera famiglia era bizzarro. L’uomo, il sabato pomeriggio, fermava i passanti «davanti al negozio della persona offesa, riferendo loro che i proprietari erano farabutti o truffatori, o incatenandosi mostrando un cartello con scritte offensive nei confronti di familiari della vittima». A questo si aggiungevano anche delle minacce via social «per ottenere la risoluzione di un’annosa questione familiare». L’unico risultato raggiunto è però una condanna per stalking.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti