Recessione o crescita? Gli esperti «danno i numeri» sull’Italia

5/6In primo piano

Standard & Poor’s: «Governo italiano troppo ottimista»

(AFP)

Anche Standard and Poor's ha tagliato le stime di crescita sull'Italia, dimezzando l'aspettativa (+0,7% nel 2019) rispetto a quanto previsto dal Governo. Secondo l'agenzia statunitense, l'Esecutivo guidato da Giuseppe Conte è “troppo ottimista”. Il tallone d'Achille dell'Italia nel 2019 saranno gli investimenti che dovrebbero risultare, secondo S&Poor's, più bassi rispetto agli altri Paesi europei. L'agenzia statunitense il 28 ottobre scorso ha mantenuto il rating dell'Italia a BBB (due gradini sopra la soglia junk) ma ha tagliato l'outlook da “stabile” a “negativo”.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti