ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùmobile banking

Start up digitali, per la coreana Kakao Bank utili in soli 18 mesi

Le ragioni del successo stanno nel modello di business che, fin dall’esordio, ha puntato non solo sui servizi di mobile payments ma anche sui depositi bancari e sui prestiti alla clientela

di Alessandro Graziani


default onloading pic

2' di lettura

Di banche digitali che in pochi anni hanno conquistato milioni di clienti è pieno il mondo. Poche però fanno utili. Tra queste spicca il record di velocità nell’arrivo alla profittabilità della coreana Kakao Bank che, ad appena 18 mesi dalla partenza, ha iniziato a guadagnare i primi milioni di dollari e nel 2019 ha ormai inanellato il terzo trimestre consecutivo di utili crescenti, portando a 13,1 milioni dollari il risultato dei primi nove mesi dell’anno in corso.

La redditività è inusuale per una start up giunta al suo secondo anno di vita. Le ragioni del successo di Kakao Bank, che a fine settembre dichiarava oltre 10 milioni di clienti, sta nelle sue origini e nel suo modello di business che, fin dall'esordio, ha puntato non solo sui servizi di mobile payments ma anche, come evidenziato dagli analisti di Citigroup, sui depositi bancari e sui prestiti alla clientela che in poco più di due anni di attività hanno già raggiunto, rispettivamente, i 15 e i 10 miliardi di dollari.

Banche online sempre piu' diffuse, 76% usa smartphone

Kakao Bank nasce nel luglio del 2017 come mobile bank ed è l’emanazione di Kakao Talk, la popolare piattaforma di messaggistica della Sud Corea. Kakao Talk è in Corea quello che WeChat è in Cina e Line in Giappone. Dopo aver raggiunto un’enorme massa critica di utenti, ha deciso di puntare sul digital banking. I servizi offerti sono quelli classici dei pagamenti istantanei, delle carte di debito ma anche, come detto, l'attività bancaria di deposito e prestito. Tutto e solo via smartphone.

Gli investimenti in tecnologia di Kakao Bank hanno permesso di costruire un’applicazione bancaria pensata per il cliente che, oltre alla sicurezza, punta su semplicità e rapidità nell'utilizzo: aprire un conto corrente, rispettando le richieste dei regolatori su compliance e antiriciclaggio, richiede sette minuti con un ID card photo.

Uno dei fattori di successo di Kakao Bank, a detta degli analisti, è anche il target di clientela su cui ha deciso di puntare. Pur essendo molto diffusa anche tra giovani e giovanissimi, il target più ambito è la fascia di età compresa tra i 30 e i 50 anni. Clienti con più disponibilità a spendere e dunque più attratti dai servizi bancari che vadano oltre il semplice business dei pagamenti.

Kakao Bank punta all'Ipo entro due anni. Nei giorni scorsi l'ultimo riassetto azionario con la riduzione della quota da parte di Korea Investment Holdings a vantaggio di Kakao Holding, dopo che la normativa coreana ha concesso a soggetti non finanziari di salire oltre al 10% del capitale di una banca digitale.

LEGGI ANCHE: 
Google guida la carica: Big tech all’assalto delle banche globali

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...