concorso

«Start up/Light up»: Aidi premia l’illuminazione sostenibile e intelligente

Concorso in collaborazione con Talent Garden e Campania NewSteel aperto alle startup innovative nell’ambito dell’illuminazione, della domotica e della smart city

default onloading pic
Reuters

Concorso in collaborazione con Talent Garden e Campania NewSteel aperto alle startup innovative nell’ambito dell’illuminazione, della domotica e della smart city


2' di lettura

L’illuminazione intelligente per la città del futuro; l’illuminazione intelligente per la sostenibilità ambientale e l’impresa sociale; “smart home” e “smart building”. Sono i tre filoni in cui si snoda “Start Up/Light Up”, il concorso lanciato da Aidi, l’Associazione italiana di illuminazione, che punta a premiare le startup attive nell’illuminotecnica, da sempre uno dei campi di innovazione nell’ambito del design italiano.

Eppure oggi sulle oltre 10.000 startup innovative censite sul territorio nazionale, con grandissima prevalenza nel Nord Italia, quelle attive nell’illuminazione e nella domotica registrate nel Registro delle imprese innovative sono solamente 45, anche in questo concentrate in maggioranza nel Centro-Nord.

Il concorso organizzato da Aidi in collaborazione con Talent Garden, la piattaforma di network e formazione per l’innovazione digitale, e l’incubatore Campania NewSteel, nasce con l’obiettivo di stimolare progetti innovatiovi di startup, ma anche realizzati individualmente o in team, sia informali che accademici, nel settore dell’illuminazione, della domotica e della smart city.

«Big data, intelligenza artificiale e Internet of things sono la leva per gestire in modo innovativo traffico, rifiuti, illuminazione, ambiente - spiega Gian Paolo Roscio, presidente di Aidi -. Le città stanno cambiando anche in virtù del ruolo sempre più importante della luce per valorizzare e rendere più vivibile il territorio e l’ambiente, sia domestico che sociale. Oggi l’illuminazione pubblica è protagonista di una rivoluzione tecnologica e culturale senza precedenti».

La luce può diventare così mezzo per la trasmissione dei dati utilizzando la tecnologia led, proponendosi come strumento alternativo ed efficiente al tradizionale wi-fi, anche in ambienti pubblici, con un impatto ambientale vicino allo zero. Oppure diventare protagonista della smart home come piattaforma abilitante del dialogo tra gli oggetti intelligenti all’interno della nuova casa domotica.

Le soluzioni di illuminazione innovativa in spazi pubblici e privati sono anche l’attività su cui si concentra una startup di ingegneria come Sbs Engineering, incubata proprio da Campania NewSteel, che vuole sfatare il luogo comune che il Meridione non sia terra di innovazione.

I progetti devono essere presentati entro il 30 marzo 2020 e saranno valutati da una giuria composta da rappresentanti del mondo dell’impresa, del venture capital e della formazione. La premiazione avverrà il 21 maggio alla Città della Scienza di Napoli. I vincitori riceveranno 3.000 euro, che potranno essere convertiti in un percorso di quattro mesi di incubazione presso Campania NewSteel e un viaggio nel cuore della “Startup Nation” israeliana.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti