lusso

Stefano Ricci, dopo moda e accessori arrivano gli orologi Octagon

Lo storico marchio di abbigliamento maschile fiorentino lancia tre modelli complicati: il prezzo varia da 100mila a 180mila euro

di Paco Guarnaccia

default onloading pic

Lo storico marchio di abbigliamento maschile fiorentino lancia tre modelli complicati: il prezzo varia da 100mila a 180mila euro


2' di lettura

Stefano Ricci entra nel mondo delle lancette con il lancio della collezione Octagon, che è stata presentata in anteprima nei giorni scorsi nello showroom del brand presso l'hotel Principe di Savoia di Milano. Per il marchio italiano di abbigliamento maschile di lusso nato a Firenze nel 1972, si tratta del primo lancio orologiero della sua storia, ad arricchire una proposta che negli anni ha visto entrare in catalogo anche accessori, scarpe, fragranze, vini e strumenti da scrittura.

Di Stefano Ricci Octagon sono stati presentati tre modelli complicati, Octagon Perpetual Calendar, Octagon Annual Calendar e Octagon Chronograph, tutti con cassa ottagonale in oro bianco e movimenti meccanici a carica automatica di manifattura svizzera, visibili attraverso il fondello trasparente protetto da uno sportello incernierato con decorazioni incise a mano. I cinturini sono artigianali in pelle di coccodrillo.

Il nome Octagon richiama la forma della cassa sulla quale si trova una lunetta con otto elementi trapezoidali che è ispirata all'architettura di alcuni dei luoghi più rappresentativi del capoluogo toscano come il Battistero di San Giovanni Battista o la Cupola di Santa Maria del Fiore. Di ognuno dei tre modelli sono stati realizzati 10 esemplari. Di questi esiste anche la versione impreziosita da diamanti (sempre in 10 esemplari per tipo). In totale la collezione Octagon è composta da 60 orologi che verranno distribuiti in alcune delle 66 boutique che l'azienda possiede nel mondo.

Il progetto nasce due anni fa, come spiega Niccolò Ricci, ceo del brand e figlio di Stefano, fondatore e attuale presidente (entrambi a Milano alla presentazione): «Per noi si è trattato di un investimento importante e di un grande impegno. Octagon è un modello Stefano Ricci di cui noi ci siamo occupati di tutto tranne che dell'assemblaggio dei movimenti per i quali abbiamo cercato un'azienda di grandissimo livello che certificasse il motore all'interno del nostro progetto. E l'abbiamo trovata nella maison svizzera di alta orologeria Parmigiani Fleurier: un ottimo partner per realizzare un oggetto di grandissimo livello meccanico. Da parte nostra abbiamo lavorato su stile, incassatura, incisione dello sportello incernierato e sulla custodia ottagonale in radica di noce californiana in cui vengono consegnati gli orologi».

Per quanto riguarda la distribuzione, oltre alle boutique, Ricci aggiunge che «avranno un diritto di prelazione i soci dello Stefano Ricci Club, del quale fanno parte i nostri top client (chi spende oltre 50 mila euro l'anno, ndr). Il range di prezzo degli orologi va dai 100 mila euro della versione cronografica ai 180mila del calendario perpetuo con diamanti».

Questo lancio per l'azienda ha un valore simbolico importante. «Lavoravamo da tempo a questo orologio, ma abbiamo pensato che, dopo il lockdown, svelarlo a settembre sarebbe stato il momento più adatto: è il mese della ripartenza, della rinascita e di un ritorno a una routine semi normale - conclude Niccolò Ricci -. Questo è un momento in cui quello che succede non è ancora ben definito, anche nella moda, e c'è molta incertezza. Abbiamo voluto lanciare un messaggio ai nostri clienti, soprattutto quelli finali, di presenza sul mercato con idee sempre nuove come li abbiamo abituati negli anni».


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti