Bev

Stellantis, auto elettriche: ecco le 40 piattaforme e tutte le novità marca per marca

Stellantis ha svelato il suo futuro in occasione dell'EvDay2021. Modelli bev con autonomie fino a 800 km.

di Simonluca Pini

3' di lettura

Carlos Tavares svela il futuro di Stellantis in occasione dell'EvDay2021, l'evento dove è stata presentata la strategia per l'elettrificazione. Il maxi gruppo nato dalla fusione di Fca e Psa avrà un futuro naturalmente elettrico. La prima buona notizia è che l'Italia avrà un ruolo di primo piano partendo dalla nascita della Gigafactory a Termoli, dove verranno prodotte le batterie per le future auto elettriche, e da un rinnovamento della gamma con la prima Alfa Romeo a zero emissioni nel 2024 e da 4 novità alla spina a marchio Fiat.

A questo si aggiunge l'elettrificazione completa del marchio Abarth entro tre anni, un ruolo di primo piano per Maserati e la crescita di Lancia. L'intera gamma di Stellantis, dalle compatte fino ai maxi pick-up destinati al mercato americano, si baserà su quattro piattaforme esclusivamente elettriche (Stla Small, Medium, Large e Frame) con autonomie da 500 a 800 chilometri. La fornitura di batterie sarà garantita da cinque gigafactory entro il 2030 con un approvigionamento di oltre 260 GWh e da una netta riduzione del costo di produzione degli accumulatori.

Loading...

L'obiettivo di Stellantis è quello di rendere il costo totale di proprietà delle elettriche equivalente a quello dei veicoli con motore a combustione interna entro il 2026. Complessivamente verranno investiti oltre 30 miliardi di euro entro il 2025 nell'elettrificazione e nel software.

Alfa e-Romeo, la prima elettrica nel 2024

La prima elettrica Alfa Romeo arriverà nel 2024. Le novità legate al marchio del Biscione non sono state approfondite ma è stato anticipato l'arrivo della prima elettrica nel 2024 e la nascita del logo Alfa e-Romeo.

Fiat, quattro elettriche in arrivo

È stato lo stesso Olivier François a svelare il futuro di Fiat e Abarth. L'elettrico su tutti i modelli entro il 2024, quattro novità a zero emissioni e l'annuncio della totale elettrificazione per Abarth. Per l'abbandono totale del termico si dovrà attendere il periodo tra il 2025 e il 2030, quando i prezzi delle batterie permetteranno costi democratici, e la concept 120 è tornata sotto i riflettori come esempio di una citycar a zero emissioni conveniente.

Jeep, debutta la nuova Grand Cherokee 4xe

Passando a Jeep è stata svelata la nuova Grand Cherokee 4xe, versione plug-in del suv americano. Naturalmente il futuro sarà elettrico, con una versione a zero emissioni su tutti i modelli entro quattro anni. Secondo il Ceo Christian Meunier, la trazione elettrica sarà in grado di migliorare anche le doti in offroad.

Opel, solo elettriche dal 2028

Il marchio Opel è pronto a dire addio in Europa ai motori termici dal 2028. Entro il 2025 arriverà anche la nuova Opel Manta E e il marchio del fulmine è pronto a tornare in Cina.

Dodge, l'elettrica arriverà nel 2024

Naturalmente anche Dodge è pronta alla transizione elettrica, con il primo modello atteso entro il 2024. Come sottolineato da Timothy Kuniskis, numero uno del marchio americano: “Non venderemo Ev: venderemo Dodge migliori, più moderne e più veloci”.

Peugeot, gamma tutta elettrificata dal 2025

Il marchio del Leone prosegue nel suo ruolo di innovatore in materia di elettrico all'interno di Stellantis. Come sottolineato dal ceo Linda Jackson, Peugeot è già il secondo marchio che vende più elettriche pure in Europa quando si tratta di elettriche pure.

Ram, il 1500 elettrico nel 2024

L'elettrificazione è il termine chiave anche per Ram, con l'arrivo del 1500 a zero emissioni entro il 2024. Naturalmente non mancheranno versioni range extender e l'obiettivo è quello di avere un modello elettrico per ogni modello entro il 2030.

Le piattaforme e i motori elettrici

Le piattaforme sono progettate con un alto livello di flessibilità (lunghezza e larghezza) e condivisione dei componenti, creando economie di scala con cui ogni piattaforma potrà supportare fino a due milioni di unità ogni anno. Nel dettaglio le piattaforme saranno: Stla Small, con un'autonomia fino a 500 km: Stla Medium, con un'autonomia fino a 700 km: Stla Large, con un'autonomia fino a 800 km: Stla Frame, con un'autonomia fino a 800 km. La propulsione sarà affidata ad una famiglia di tre moduli di azionamento elettrico (Edm) che uniranno motore, cambio e inverter. Questi Edm, sono facilmente scalabili e possono essere configurati per la trazione anteriore, posteriore, integrale e 4xe. Un programma di aggiornamento dei componenti hardware e di aggiornamento ‘over-the-air' del software prolungherà la vita delle piattaforme fino al prossimo decennio. Stellantis svilupperà il software e i comandi internamente per preservare le caratteristiche tipiche di ogni brand. I pacchi batterie saranno configurati in modo differenziato per diverse tipologie di veicoli – dalle configurazioni più piccole per le city car fino ai pacchi ad alta densità energetica destinati ai veicoli commerciali e alle vetture ad alte prestazioni. Per il 2024 è previsto l'impiego di due tipologie di batterie in risposta alle diverse esigenze dei clienti: un'opzione ad alta densità energetica e un'alternativa priva di nichel e cobalto. Per il 2026 è invece prevista l'introduzione della prima tecnologia per le batterie allo stato solido.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti