ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAutomotive

Stellantis: investe 300 milioni euro per impianto Kenitra in Marocco

L’obiettivo è raddoppiarne la capacità produttiva e di lanciare la piattaforma “smart car”

(Reuters)

1' di lettura

Stellantis investe oltre 300 milioni di euro a favore dello stabilimento produttivo di Kenitra, Marocco e punta a crescere della regione.
L’impianto raddoppierà la capacità produttiva locale e introdurrà la piattaforma ’smart car’ a sostegno dell’obiettivo commerciale di una quota di mercato superiore al 22% nella regione entro il 2030.

Lo stabilimento di Kenitra contribuirà all’obiettivo di produrre un milione di veicoli all’anno entro il 2030 con un’autonomia produttiva superiore al 70%.

Loading...

“Siamo orgogliosi di annunciare una nuova pietra miliare nella vita del nostro impianto di Kenitra in collaborazione con il Ministero dell’Industria e del Commercio del Marocco,” commenta Samir Cherfan, chief operating officer di Stellantis per il Medio Oriente e l’Africa. “Questa nuova fase del progetto Stellantis in Marocco rafforza le capacità di produzione di veicoli elettrici nel nostro Paese e conferma la nostra determinazione a essere un attore chiave nella mobilità sostenibile”, afferma M. Ryad Mezzour, ministro dell’Industria e del Commercio.

L’impianto è destinato a raddoppiare la propria capacità produttiva fino a raggiungere i 400.000 veicoli all’anno, a cui vanno aggiunti 50.000 esemplari dei veicoli elettrici: Citroën Ami e Opel Rocks-e. L’investimento creerà circa 2.000 nuovi posti di lavoro. Stellantis si occuperà della formazione. “L’ambizione globale di Stellantis beneficerà del ritmo di sviluppo sostenuto della regione Medio Oriente e Africa, che mira a contribuire alla creazione di un terzo motore per Stellantis, da aggiungere ad America settentrionale ed Europa,” sottolinea il ceo di Stellantis Carlos Tavares.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti