Industria automotive

Stellantis, le nuove piattaforme Stla e Mla per le auto elettriche ed elettrificate

La futura gamma Stellantis nascerà sulla piattaforma modulare STLA. In Brasile debutta la piattaforma MLA Stellantis

di Simonluca Pini

1' di lettura

Piattaforme modulari. È questa la parola chiave fondamentale per i costruttori automobilistici, come confermato dalle tante novità firmate Stellantis. Il gruppo diretto da Carlos Tavares è pronto infatti a presentare nuove piattaforme modulari dedicate a veicoli termici, elettrificati ed elettrici. La novità più attesa è rappresentata dall'architettura battezzata Stellantis (e indicata dalla sigla STLA) pronta a dar vita alla futura gamma dei 14 brand appartenenti al gruppo.

Piattaforma STLA Stellantis

La nuova piattaforma Stellantis sarà declinata nelle versioni Small, Medium, Large e Frame per offrire una soluzione elettrica dalle compatte fino ai maxi pick-up. Si partirà dalla Small (attesa nel 2026 e pronta a sostituire la eCmp) per i segmenti A e B con autonomia fino a 500 km. Medium e Large arriveranno nel 2023 per i segmenti C-D con oltre 600 km a disposizione e oltre 800 km per i modelli più grandi come berline oltre i 4.70 metri e suv.

Loading...

Piattaforma MLA Stellantis

Nell'attesa di scoprire la nuova STLA, Stellantis ha svelato l'inedita piattaforma MLA (Modular Architecture) pensata per dar vita a nuovi modelli sul mercato brasiliano e sud-americano. Interamente sviluppata dal team South America, l'architettura MLA farà il suo debutto sul futuro suv conosciuto con il codice di progetto 363.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti