ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPiazza Affari

Stellantis sulla parità dopo i conti in una seduta negativa per l'auto

Nel terzo trimestre 2021 il gruppo ha visto scendere i ricavi del 14% a 32,6 miliardi di euro. Confermata la guidance per l'intero anno

di Flavia Carletti

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Stellantis perde slancio dopo una iniziale reazione positiva alla pubblicazione dei risultati del terzo trimestre 2021, duramente impattati dalla carenza di semiconduttori. A Piazza Affari, i titoli del gruppo automobilistico Stellantis si muovono sulla parità a 17,576 euro, con un massimo toccato a 17,996 euro, quando il FTSE MIB è praticamente piatto. Andamento positivo alla Borsa di Parigi, dove i titoli salgono dello 0,8%, in una seduta comunque negativa per il comparto auto europeo (-0,9% il sottoindice Stoxx600 Auto), zavorrato da Volkswagen che alla Borsa di Francoforte perde il 3,8 per cento.

Pesa la carenza dei semiconduttori

Questa mattina 28 ottobre, prima dell'apertura dei mercati europei, Stellantis ha reso noto di aver chiuso il terzo trimestre 2021 con ricavi in calo del 14% a 32,6 miliardi di euro (rispetto ai risultati pro-forma di Fca e Psa nel 2020), abbastanza in linea con le previsioni degli analisti, con consegne in flessione del 27% a 1,31 milioni di unità, sotto le stime. La debolezza nelle consegne, ha spiegato la società in una nota, è da imputare principalmente alla perdita di circa 600mila unità, pari a circa il 30% della produzione pianificata del terzo trimestre 2021, dovuta a ordini inevasi di semiconduttori. I ricavi, tuttavia, sono scesi meno delle consegne in quanto, come specificato dal gruppo, sono state vendute sempre più auto con margini più elevati e i prezzi di vendita sono stati più alti. In questo contesto, Stellantis ha confermato la guidance per l'intero 2021, ovvero di arrivare a un margine operativo rettificato di circa il 10%, a patto che la situazione relativa ai semiconduttori non peggiori e non si verifichino nuovi lockdown in Europa e Nord America a causa del Covid-19.

Loading...

Per Equita raggiungibile la guidance 2021

Per gli analisti di Equita i ricavi trimestrali sono stati leggermente inferiori alle loro stime, che erano di 33,2 miliardi di euro. Ritengono comunque «raggiungibile» la guidance 2021, anche se «probabilmente con un fatturato più basso rispetto all'indicazione emersa in conference call di 150-160 miliardi di euro, per cui non escludiamo una limatura delle stime imputabile al contesto macro e non a elementi company specific. Nella nostra attuale stima siamo all'estremo inferiore del range». Ad ogni modo, concludono, «la storia di rilancio industriale con jumbo sinergie resta intatta» e la raccomandazione resta "buy" con prezzo obiettivo di 22,6 euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti